Quaresima. Diocesi di Crema: progetti per madre Amelia e padre Sambusiti

diocesi di Crema
Foto di repertorio
In occasione della Quaresima, il Centro Missionario e la Caritas della nostra diocesi propongono all’attenzione dei Gruppi di Animazione Missionaria e degli Amici delle Missioni due progetti, rispettivamente in America Latina e in Africa.

America Latina: oratorio, centro educativo di aggregazione

Madre Amelia Marchesini da 46 anni lavora in Brasile, prima nello stato di Santa Catarina, poi a Santos (San Paulo), poi a Piabetà (Rio de Janeiro) e infine a Imperatriz (Maranhão). Dal sud al nord madre Amelia, canossiana doc, ha sempre avuto il pallino dell’educazione dei giovani e per questo, ricordando la sua esperienza giovanile a Ricengo e a San Giacomo, ha voluto ricreare l’esperienza dell’oratorio quale centro educativo di aggregazione.
A causa delle recenti inondazioni che hanno colpito varie zone del Brasile, alcune strutture sono state seriamente danneggiate. Un aiuto per aggiustarle è gradito e doveroso.

Africa: quattro aule per le attività parrocchiali

Padre Alberto Sambusiti, lasciata la natia Santa Maria della Croce, da 35 anni lavora in Africa, in Camerun per lo più, con due breve parentesi in Costa d’Avorio e in Algeria. L’attuale missione dove opera è quella di Marua che si trova nell’estremo nord del Camerun ed è stata affidata ai missionari del Pime, Istituto del quale fa parte da sempre padre Alberto. È stata costituita parrocchia solo 8 anni fa ed è quindi molto giovane e in fase di sviluppo a livello pastorale, di strutture e di evangelizzazione.
Un progetto urgente è la realizzazione di almeno 4 aule per le attività parrocchiali: incontro dei vari gruppi, catechesi, alfabetizzazione, dopo scuola che i giovani più grandi e avanti negli studi fanno per i ragazzi delle elementari in difficoltà scolastica, attività delle donne… e tante altre attività che, col tempo, potranno nascere.