Sala degli Ostaggi. Nuova tecnologia, come in Parlamento

Una seduta di Consiglio comunale dei mesi scorsi

Il Consiglio comunale entra in una nuova era tecnologica: audio e video migliori, streaming automatico su più piattaforme social, trascrizione automatica dei verbali con una più alta precisione, gestione della presenza dei consiglieri e loro interventi e votazioni sulla stessa piattaforma, sia in presenza che da remoto.
Basteranno due o tre giorni di lavori, da domani 9 febbraio, per lo smantellamento del vecchio sistema e l’installazione del nuovo impianto, e in Sala degli Ostaggi ci saranno nuovi microfoni e nuove videocamere che verranno collegati al software che si occuperà della regia automatica e consentirà, anche in modalità mista, la votazione elettronica pubblica o segreta con la visualizzazione dei risultati ai partecipanti e al pubblico, la registrazione del Consiglio con i video indicizzati per argomento e oratore, trasmessi in diretta streaming su piattaforme diverse, con sottotitolazione automatica.
Un guadagno anche ambientale: la gestione del Consiglio sarà completamente paperless perché tutti i documenti legati alla seduta (Pdf, immagini, video, ecc.), saranno immediatamente resi disponibili ai consiglieri per la consultazione, inclusi emendamenti e mozioni, senza necessità di doverli stampare e/o fotocopiare.
Un impegno importante dell’amministrazione, del valore di circa 70.000 euro (tecnologia più tre anni di servizio assistenza) che, attraverso il lavoro dei sistemi informativi comunali, a seguito di procedura di gara, ha affidato il servizio alla società Microvision, ideatrice del software “VideoCongressi”, appositamente studiato come unico ambiente di controllo e gestione dei lavori consigliari, ma con l’ulteriore caratteristica di essere un sistema multimediale utile anche per ogni altro tipo di conferenza che dovesse svolgersi nella sala del palazzo comunale.
Il medesimo sistema è attualmente in uso, tra gli enti principali, nei Comuni di Como, Piacenza, Gorizia, Cesena, Empoli, La Spezia, Piombino, Campobasso, Fiumicino, Messina, nelle Province di Brescia e di Mantova.

Sistema moderno e più funzionale

“Un sistema più moderno semplifica il lavoro del Consiglio e di tutti i consiglieri – dichiara il presidente del Consiglio comunale, Gianluca Giossi. “Passiamo con questa piattaforma a una modalità perfetta e accessibile dell’ordine delle prenotazioni, il tempo assegnato, il riconoscimento delle presenze, la registrazione dei risultati delle votazioni, la riproduzione del Consiglio e della sua documentazione. È un vero, grande passo avanti”.
“L’intervento di rifacimento dell’impianto della Sala degli Ostaggi – commenta il sindaco Stefania Bonaldi – risponde alle esigenze più volte rappresentate in questi anni di una gestione più agile e più al passo coi tempi. Sia con una microfonia adeguata, sia con un impianto molto più moderno e smart per la gestione delle sessioni consigliari, con tecnologie più adeguate ai tempi di oggi, ricordando appunto che gli attuali dispositivi risalgono ai primi anni 2000. Ringrazio gli operatori comunali che si sono spesi per questo importante passo avanti tecnologico, che risponde anche a una maggiore trasparenza e accessibilità da parte dei cittadini che volessero seguire i lavori dell’aula”.