Oggi San Francesco di Sales patrono dei giornalisti. Messa in Duomo alle 18

Oggi pomeriggio alle ore 18 il vescovo Daniele celebrerà una santa Messa in Cattedrale per i giornalisti e gli operatori della comunicazione, nella giornata in cui si fa memoria di san Francesco di Sales, loro patrono. Tutti sono caldamente invitati a pregare insieme per chiedere forza e protezione al Signore nello svolgimento dell’importante servizio dell’informazione, oggi più che mai in difficoltà per la grande diffusione di fake news.

San Francesco di Sales (1567-1622), vescovo di Ginevra, in una regione dominata dal Calvinismo, si dedicò soprattutto alla predicazione, scegliendo il metodo del dialogo. Per
incontrare i molti che non avrebbe potuto raggiungere con la sua predicazione, escogitò il sistema di pubblicare e di far affiggere nei luoghi pubblici dei “manifesti”, composti in agile stile e di grande efficacia. Questa intuizione, che determinò il crollo della “roccaforte” calvinista, meritò a san Francesco di essere scelto, nel 1923, come patrono dei giornalisti.

Quest’anno l’Ufficio Comunicazioni Sociali ha pensato di organizzare la Messa proprio nel giorno della memoria del santo patrono dei giornalisti, non essendo consigliabili incontri di vario genere per la situazione sanitaria.

Di fatto, il convengo sul tema dell’informazione nel Terzo Mondo previsto per sabato 22 gennaio è stato spostato a sabato 26 febbraio.
Saranno presenti il giornalista Fausto Biloslavo, reporter da vari Paesi del Terzo Mondo, il già direttore de Il Cittadino di Lodi, Ferruccio Pallavera, e un giovane fuggito dall’Afghanistan che racconterà la sua drammatica esperienza.

Per la Giornata del 2022 papa Francesco chiede al mondo della comunicazione
di reimparare ad ascoltare. L’ascolto è fondamentale anche per una buona informazione. La ricerca della verità comincia dall’ascolto e così anche la testimonianza attraverso i mezzi della comunicazione sociale.