Associazione Stefano Cerullo. Giochi alle pediatrie e pasti ai fragili nel nome di Ste

Gli amici di Stefano davanti al Be Happy

Ricordare un amico facendo del bene e portando avanti l’opera di solidarietà da lui avviata è il massimo che si può fare per celebrarlo in questa vita. Lo sanno bene gli amici di Stefano Cerullo che per questo scopo hanno fondato l’attiva Associazione che porta il suo nome. Diverse le iniziative intraprese in queste festività, sempre nel nome di Ste. Che resta sempre con noi!
Nella giornata del 23 dicembre scorso hanno consegnato più di mille giocattoli a nove pediatrie della Lombardia (Crema, Lodi, Milano, Brescia e Bergamo), compreso l’Istituto Tumori milanese, dove Stefano veniva seguito, e gli Spedali Riuniti di Brescia dove ha affrontato le sue operazioni di broncoscopia.
“Ringraziamo tutte le persone che hanno partecipato alla nostra iniziativa e che hanno donato. Teniamo alto l’impegno di ripetere quest’opera di bene negli anni a venire come avrebbe voluto Stefano”, commentano gli amici del giovane scomparso di recente.
Grande impegno anche nel giorno di Natale. L’Associazione Stefano Cerullo – insieme alla moglie di Stefano, Veronica, e a papà Vito – ha distribuito ottanta pasti a circa cinquanta famiglie bisognose di Crema in collaborazione con il Be Happy, dove Stefano era titolare insieme al fratello Fabio. Il tutto nella memoria di Cerullo, che aveva avviato questi progetti concreti di generosità per essere accanto a chi è più in difficoltà.
L’Asc, nel frattempo, continua a guardare al futuro, sempre restando nella scia di amore e solidarietà lasciata da Stefano.
“Prosegue la raccolta di fondi per l’Istituto Tumori di Milano, ma abbiamo in mente anche altre iniziative. Ad esempio ci piacerebbe, e lo faremo senz’altro, organizzare tornei di calcio ricordando Stefano. Attendiamo tempi migliori. Organizzeremo presto anche altre iniziative con le pediatrie”.