SAN BERNARDINO – Chiesa parrocchiale: nuova vita per le bussole e il portone laterale

Don Lorenzo
Nella foto don Lorenzo con Mauro Spinelli
Nuova vita per la bussola centrale, quella laterale e il portone laterale della chiesa parrocchiale di San Bernardino. I manufatti – belli e di pregio, pur nella loro semplicità – sono stati restaurati dal Laboratorio di Mauro Spinelli, di Bagnolo Cremasco, che già aveva sistemato il portale principale. Si può pertanto dire che è stato completato un progetto generale relativo alle strutture lignee riguardante la chiesa del quartiere cittadino.
“Gli interventi conclusi nei giorni scorsi – riferisce soddisfatto il parroco don Lorenzo Roncali – sono stati possibili grazie alla donazione di una famiglia, che preferisce restare anonima. Io posso solo ringraziare, a nome di tutti: è sempre edificante toccare con mano la generosità e percepire la gioia di chi si prende a cuore la propria parrocchia, dove tante sono le cose da fare. Anche così si fa comunità”.
I lavori, iniziati a metà agosto, sono finiti da poco grazie all’opera e alla professionalità del Laboratorio di Mauro Spinelli, con il quale lavorano gli specialisti Amos Danesi, Silvestro Bettinelli e Alberto Chiesa.
Il restauro, approvato dalla Curia di Crema e dalla Soprintendenza di Mantova, è stato seguito dal responsabile del procedimento e direttore dei lavori dottor Filippo Piazza.
Spiega il restauratore Spinelli: “La bussola centrale è del XVIII secolo e quella laterale del XX secolo, mentre il portone laterale risale al XVII secolo. Il lavoro è stato eseguito secondo le regole dell’arte, con finitura in cera d’api. Il risultato è ottimo e conferisce ulteriore bellezza e pregio alla parrocchiale di San Bernardino”.
Don Lorenzo, oltre a ringraziare chi ha sostenuto le spese di restauro, plaude al lavoro di Spinelli e della sua squadra, sempre puntuale e competente.
Il parroco ricorda che in Parrocchia ci sono altri progetti in attesa e confida che si possano realizzare. Con l’aiuto di tutti.