Soncino – Assembramenti e bevande ai minori, chiuso un locale

I carabinieri nei pressi di un locale controllato

Mancato rispetto delle norme antiCovid, lavoro nero e somministrazione di bevande alcoliche a minori. Per queste ragioni i Carabinieri nella serata di ieri, martedì 7 settembre, hanno chiuso un locale, sanzionandone il titolare.

“Nonostante la Lombardia sia regione ‘bianca’ da tempo e le restrizioni siano meno rigide – spiegano dal Comando Provinciale dell’Arma di Cremona –, non si può ancora abbassare la guardia e di conseguenza non si fermano i controlli per il rispetto delle normative di prevenzione e anti diffusione del Covid-19. Per questo motivo, i Carabinieri della Stazione di Soncino, coadiuvati da personale della Sezione Radiomobile della Compagnia di Crema e dal personale del NAS e dell’Ispettorato del Lavoro di Cremona, hanno posto in essere un servizio dedicato al controllo degli esercizi pubblici”.

I militari hanno fatto dapprima tappa al bar ‘Black Out’ ove sono state riscontrate violazioni riguardanti le norme di tutela dei lavoratori sul luogo di lavoro. Sono fioccate multe per un ammontare complessivo pari a 2.000 euro.

In tarda serata i Cc hanno fatto tappa al ‘Pedrera Restaurant’, ove era in corso la serata ‘Waikiki’, un evento a ingresso gratuito con vari generi di musica. “Nel locale i Carabinieri hanno trovato circa 400 ragazzi, molti dei quali minorenni che, in violazione delle norme antiCovid, erano intenti a ballare in assembramento e senza mascherine; molti dei minorenni presenti consumavano sostanze alcoliche. La serata veniva pertanto interrotta e i giovani venivano fatti defluire all’esterno. Oltre alla contravvenzione per la violazione delle norme anticovid a carico del titolare dell’esercizio pubblico, l’esito del controllo al ‘Pedrera Restaurant’ è stato comunicato alla Prefettura di Cremona per l’adozione di ulteriori provvedimenti di competenza”.

Nel corso delle verifiche, gli operatori hanno altresì riscontrato come nel locale fossero impiegati 6 lavoratori in nero, elevando pertanto sanzioni amministrative per un totale di 14.000 euro circa. “Il titolare del locale è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Cremona per somministrazione di bevande alcoliche ai minori di età compresa tra 14 e 16 anni”.