Spino d’Adda – Presentato il progetto della nuova Rsa

La presentazione del progetto della nuova Rsa di Spino d'Adda

“La RSA (Residenza sanitaria assistenziale) si farà”. Questa è la volontà dell’amministrazione comunale. Il progetto, illustrato in assemblea pubblica, frequentata (un centinaio gli spinesi intervenuti) e molto vivace (non è mancata la contestazione, vibrata), lunedì sera in cascina Carlotta, approderà in Consiglio comunale presumibilmente ai primi di agosto per la discussione e approvazione. Lo studio presentato dai tecnici incaricati dal privato proprietario dell’area, prevede la realizzazione di due palazzine, di cui una a tre e una a due piani, rispettivamente di 100 (classica casa di riposo) e 60 (per patologia Alzheimer) posti letto. L’altezza massima è di 10,6 metri per l’edificio più capace, con prevalenza di stanze singole e doppie, bagno privato, un giardino interno riparato, che si può quindi sfruttare non solo nelle belle stagioni, un parco con a fianco un parcheggio che può soddisfare le necessità di 130 automobilisti. La casa di riposo sorgerà in via Ungaretti, a ridosso del centro paese, location che la minoranza consiliare, unitamente a ‘No al cemento’ e ‘Ambiente e Benessere’, hanno contestano, e continuano a contestare.

Leggi l’articolo in versione integrale su Il Nuovo Torrazzo in edicola