Sergnano – Estorsione e danneggiamento, 33enne ai domiciliari

Carabinieri

Estorsione e danneggiamento. Per questi reati è finito al regime degli arresti domiciliari un 33enne residente s Sergnano rintracciato nella giornata di ieri, lunedì 12 luglio, dai Carabinieri della Stazione di Camisano. I militari hanno dato attuazione al provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica presso la Corte d’Appello del Tribunale di Brescia. Il cremasco deve espiare una pena di un anno e quattro mesi.

“La vicenda che coinvolge il 33enne ha inizio nell’aprile del 2014 quando, a Dovera – spiegano dal Comando Provinciale dell’Arma – il cremasco viene arrestato perché resosi responsabile dei reati di estorsione e danneggiamento a seguito di incendio. L’uomo, in concorso con un complice, aveva tentato un’estorsione per la riconsegna di un’auto rubata che poi è stata data alle fiamme”.

Il fermato, dopo essere stato condotto presso la caserma dei Carabinieri di Camisano, è stato accompagnato presso la sua residenza al fine di espiare lì la sua pena.