MOSCAZZANO – Sono i giorni della sagra, ricchi di belle iniziative

Il taglio del nastro presso la Casa dell'acqua in piazza Aiserey a Moscazzano

Sono giorni intensi quelli che si stanno vivendo a Moscazzano dove, tra venerdì 9 e lunedì 12 luglio, la comunità è chiamata a vivere la tradizionale ricorrenza della festa patronale. E così con “Sagra#Insieme” – lo slogan scelto per l’occasione – persone di ogni età si ritrovano alle diverse iniziative organizzate, all’insegna della condivisione e anche del ricordo di amici scomparsi.

Toccante il momento vissuto la serata del 9 luglio. Presso i giardini di via San Donato, infatti, il parroco don Osvaldo Erosi ha celebrato la Messa con un particolare pensiero per tutte le vittime del Covid, quindi è seguita l’initolazione degli stessi giardini a Ivan Severgnini, giovane agricoltore del paese e consigliere comunale, stroncato da un infarto nel novembre del 2019. La targa posta nel parco è stata scoperta dal sindaco Gianluca Savoldi e dal figlio di Ivan, tra applausi ed emozione.

Altre due inaugurazioni hanno caratterizzato il tardo pomeriggio di domenica 11 luglio. S’è cominciato in piazza Aiserey con il taglio del nastro della Casa dell’acqua Fonte dell’Isola, alla presenza del sindaco Savoldi e dei vertici di Padania Acque: il presidente Cristian Chizzoli e l’amministratore delegato Alessandro Lanfranchi. L’impianto, già in funzione da qualche tempo, eroga acqua di rete naturale e frizzante refrigerata ed è dotato di un moderno sistema di filtrazione con carboni attivi e di disinfezione a raggi UV che ne migliora le caratteristiche organolettiche, rendendola ancora più gradevole al gusto e buona da bere.

“Finalmente – ha detto il sindaco – dopo un’attesa dovuta all’emergenza sanitaria, inauguriamo in questa giornata di festa per la nostra comunità la Casa dell’acqua, molto apprezzata dai cittadini. Questo prezioso presidio per la salvaguardia dell’ambiente segna metaforicamente la tappa di un percorso educativo sotto il profilo ecologico, economico e sociale: abbiamo imparato a conoscerla, apprezzarla e rispettarla. Continuiamo così”.
Il presidente Chizzoli ha ringraziato la gente di Moscazzano e ha aggiunto: “La Casa dell’acqua assume prima di tutto un valore simbolico, ricordandoci quanto è buona la nostra acqua. Un bene non illimitato che Padania Acque si impegna a custodire, occupandosi del ciclo idrico integrato, estraendo l’acqua dalle falde e impegnandosi a restituirla all’ambiente meglio di come è stata prelevata, dopo che è stata utilizzata dall’uomo. Lo stesso impegno che chiedo agli adulti qui presenti nel rispetto delle nuove generazioni”.

La Fonte dell’Isola, ha poi detto Lanfranchi, “rientra fra i numerosi investimenti che Padania Acque persegue al fine di mettere a disposizione di tutti i cittadini della provincia un’acqua di grande qualità grazie alle migliori tecnologie. Inoltre, è un’acqua economica: quella minerale in bottiglia costa molto più dell’acqua del rubinetto. Invitiamo quindi tutti, adulti e bambini, a fruire di quest’acqua sia in casa sia fuori”.

Grande, nella circostanza, l’entusiasmo dei più piccoli che hanno avuto l’opportunità di incontrare e conoscere Glu Glu, la mascotte di Padania Acque. A seguire, l’inaugurazione della sala civica intitolata a Pietro Paparo, artista e autore teatrale – assai impegnato in paese – morto lo scorso marzo.

La sagra ha proposto pure serate di animazione sia sabato sia domenica: con la gioia, ieri, per la vittoria dell’Italia agli Europei di calcio. Infine la sera di oggi, lunedì 12 luglio, un bel momento all’agriturismo Chioso di sotto, tra cose buone e musica live.