Vailate – Avis, Adami presidente di un sodalizio che si riparte con benzina ‘green’

Iscrizioni, giovani e visibilità: sono queste le tre parole che guideranno le scelte del nuovo Consiglio direttivo di Avis Vailate. Sono i tre obiettivi da raggiungere entro il 2024, quando il mandato sarà rinnovato.
Il Covid e le relative norme attuate per marginare quanto più possibile l’emergenza sanitaria hanno inflitto un notevole colpo anche a questa associazione. Lo si può intuire da un paio di numeri, dalla limitata proposta di iniziative nell’arco del 2020 e dal fatto che l’assemblea ordinaria dei soci, in tempi non pandemici convocata entro fine febbraio,  quest’anno si sia svolta a maggio.

Consiglio direttivo e cariche associative

E proprio durante tale seduta è stato rinnovato il Consiglio direttivo, in carica sino al 2024 e così composto: Jonathan Adami, Cesare Bonadeo, Luca Bonetti, Marzia Breda, Enrico Fontana, Giuseppe Fontana, Mario Fugazza, Lorenzo Ghezzi, Federica Nazarri, Gianpaolo Nazarri, Luisa Pirovano, Elisabetta Riboli e Mario Sala.
Il Consiglio, a seguire, ha provveduto tra l’altro a eleggere le cariche associative: presidente Jonathan Adami (primo a destra nella foto), vicepresidente Lorenzo Ghezzi, amministratrice Federica Nazarri e segretario Luca Bonetti.

Alcuni numeri

Nei giorni scorsi Adami e compagni ci hanno gentilmente ospitati presso la sede di via Caimi 91 e abbiamo chiesto loro un bilancio dell’anno funesto ormai lasciato alle spalle. “Durante il 2020 l’attività della sezione è stata veramente di scarsa importanza – hanno raccontato –. Siamo scesi sotto organico di tre unità, ossia tre soci in meno rispetto al 2019, e per quanto riguarda le donazioni sono state 96 in meno”. Una situazione comune alle altre sezioni su tutto il territorio nazionale.
Come in molti ricorderanno, infatti, durante la fase più acuta dell’emergenza sanitaria le persone temevano che recandosi agli ambulatori ospedalieri per sottoporsi alla donazione potessero contagiarsi.
Se da una parte emergono dati non certo positivi, dall’altra però ce n’é uno che fa sicuramente gioire il direttivo dell’Avis vailatese: cinque nuovi giovani membri hanno fatto il loro ingresso nel Consiglio. E questa non è cosa di tutti i giorni. Del resto sono innumerevoli gli appelli di associazioni di volontariato che cercano, spesso senza buon esito, nuove leve. E invece, la realtà avisina locale è un’eccezione.
“Possiamo dire di essere fortunati e questo è di sicuro auspicio di un prospero futuro” commenta l’attuale vicepresidente nonché ex presidente Lorenzo Ghezzi. Contento dell’arrivo di giovani, dinamici e pronti a mettersi in gioco.

Progetti del futuro

Il direttivo è da poco in carica, ma ha le idee molto chiare. “I progetti del futuro sono reclutare nuovi iscritti, soprattutto giovani e farci conoscere a quanti più possibile” racconta Adami, dal 2013 donatore e ora presidente della sezione locale.
Con i suoi compagni vuole avvicinare al mondo Avis in particolare i ragazzi e le ragazze di
18-30 anni. Per farlo utilizzerà anche i social, consapevole che ad oggi i millennials e le generazioni successive apprendono le informazioni da questi mezzi di comunicazione.
Per realizzare gli obiettivi prefissati Avis Vailate non mancherà di proporre numerose iniziative. Si parte con la biciclettata a settembre; il primo sabato di ottobre, quando in paese sarà sagra, verrà proposta la consueta festa per i neo diciottenni. Un momento, questo, molto importante perché l’associazione si fa conoscere, si fa autopromozione e spesso alcuni dei festeggiati maturano l’idea di iscriversi. Proprio com’è accaduto al segretario Luca, che nel 2014 compiuti 18 anni si è iscritto e a gennaio dell’anno successivo ha effettuato la sua prima donazione.
Tante altre iniziative per il 2021… Si pensa già anche al 2023, quando l’Avis Vailate compirà 50 anni. Per allora il presidente auspica di aver raggiunto quota 300 soci. Nel frattempo, prima della grande festa, verranno proposte altre attività, magari recuperando anche la ‘colour run’ che attualmente non è possibile realizzare per le norme in vigore. Troppo difficile in termini di distanziamento sociale.
“Ci impegneremo per ideare un appuntamento che possa diventare un marchio esclusivo della nostra sezione” dichiarano Adami e Bonetti.
Per informazioni visitare la pagina Facebook Avis Vailate, scrivere via WhatsApp al 3714733092.