PISCINA – Da domani 10 giugno riapre con Forus

La piscina comunale

È ormai tutto pronto per la riapertura dell’impianto natatorio-sportivo Forus di Crema che tornerà ad accogliere il pubblico a partire dalle ore 8 di domani 10 giugno. La grande novità, in piscina, si chiama, appunto, Forus, azienda spagnola leader in Europa nella gestione di impianti sportivi che, tramite la sua controllata italiana Prime Srl, opererà su tutto il territorio nazionale.
“Forus è un’azienda del settore nata in spagna nel 2010, che si dedica alla costruzione e gestione d’impianti sportivi. Il presidente è il dottor Ignacio Triana e l’obiettivo del gruppo è quello di promuovere lo sport e le abitudini di vita sane tra la popolazione. Vasta è la gamma di attività sportive e ricreative offerte e rivolte a tutte le fasce d’età. In Spagna e Portogallo, l’azienda gestisce 34 centri sportivi con più di 250.000 utenti, 2.500 dipendenti e 400.000 metri quadrati di strutture. In Italia l’avventura di Forus partirà con la gestione di ben 18 impianti che renderanno fin da subito il gruppo uno dei più grandi operanti anche qui”, spiegano i vertici del gruppo.
Il centro natatorio cittadino, lo ricordiamo, è caratterizzato da un’area coperta dotata di 5 vasche divise in due piani: il piano A presenta una vasca grande e una piccola, il piano B una vasca grande, una vasca baby e una piscina per le attività di sub. La zona estiva all’aperto è dotata di 4 vasche: una olimpionica, una semi olimpionica, una baby (con giochi e uno scivolo) e una piscina da 1.000 mq circa, a onde artificiali. Il tutto immerso in un parco di circa 20.000 mq, con due aree picnic attrezzate.
Questi gli orari della segreteria, da lunedì a domenica 8-20. Questi quelli della piscina da lunedì a venerdì 8-20:30, sabato e domenica: 8-19:30. Per entrare in impianto per ora sarà necessario, a ogni accesso, compilare l’autocertificazione. Si ricorda che per le attività di nuoto libero si deve prenotare il proprio ingresso direttamente in segreteria.
L’apertura si spera possa mettere fine alle polemiche, a tutto vantaggio degli utenti e delle società che operano al centro natatorio. Resta in attesa di essere risolta la problematica vanutasi a creare col precedente gestore Sport Management.