MONTE – VAIANO: le richieste dei ragazzi del Parlamentino ai sindaci

Un momento della riunione tra ragazzi, docenti e sindaci

È stato un momento di confronto costruttivo quello che si è tenuto martedì 1° giugno, alle ore 12, tra i 18 ragazzi del Parlamentino della scuola secondaria di primo grado di Monte e Vaiano Cremasco da una parte e la dirigente professoressa Paola Orini, il responsabile di plesso professor Andrea Finocchiaro e i sindaci Giuseppe Lupo Stanghellini e Paolo Primo Molaschi dall’altra. Nella riunione conclusiva del Parlamentino, in carica per l’anno scolastico 2020/2021, tenutasi all’aperto, i portavoce degli alunni, due per classe, hanno rivolto agli esponenti scolastici e comunali le proposte emerse nell’anno. All’incontro hanno presenziato anche i quattro rappresentanti delle classi quinte della primaria di Monte e Vaiano, incluse nel progetto in ottica di continuità tra i due ordini.

“Sono soddisfatta dalla maturità dimostrata dai ragazzi, del modo di esprimersi, dell’uso del linguaggio specifico e della capacità di dialogare con me e con i sindaci, oltre del percorso fatto dalle classi con il professor Finocchiaro, che ha seguito il progetto di cittadinanza e Costituzione” ha commentato la dirigente.

Proprio il responsabile di plesso ha spiegato il funzionamento del Parlamentino, che prevede che nel corso dell’anno ogni classe tenga alcune assemblee nelle quali far emergere le proposte per il miglioramento dei paesi e della scuola, perché siano poi esposte da ogni membro del Parlamentino, a turno, nell’incontro con i sindaci e la dirigente. Tra le proposte più interessanti inerenti alla scuola, sono emerse l’abbellimento del giardino, l’installazione di un distributore di merende biologiche, una rinfrescata ai murales presenti a scuola, oppure attività laboratoriali extracurriculari, sulla scia del corso di latino, già molto apprezzato. Richieste che “han dato l’idea di ragazzi che vivono bene la scuola e hanno voglia di lavorare” ha commentato, entusiasta, la preside Orini.

Numerose anche le proposte riguardanti il territorio e rivolte ai sindaci, quali il prolungamento della pista ciclabile da Vaiano a Monte, la riqualificazione di impianti sportivi, in modo da renderli polifunzionali e dotati di varie attrezzature, l’installazione di fontane, la maggior cura delle aree verdi del paese, piuttosto che migliorie alla raccolta differenziata, l’attivazione di corsi pomeridiani di ceramica, disegno o informatica presso la Biblioteca e persino la valorizzazione del turismo con percorsi di birdwatching nella zona del Moso e visite guidate delle splendide ville Vimercati-Sanseverino.

Idee ben accolte anche dai due sindaci, che hanno apprezzato la conoscenza accurata del territorio da parte dei ragazzi. “Parecchi hanno dimostrato una serietà e una competenza degna di futuri amministratori” ha aggiunto Paola Orini. “Non per niente, in alcuni casi, i sindaci hanno chiesto nomi e cognomi dei loro giovani interlocutori”. La primaria di Monte ha presentato anche un cartellone illustrativo dei luoghi della scuola in cui richiedevano manutenzioni, gazebo o nuove tettoie, sia dei luoghi del paese in cui avevano pensato a qualcosa d’interessante. Alcune migliorie chieste dal Parlamentino, come hanno avuto a dire i due sindaci, sono già in itinere, le altre proposte saranno invece valutate il prossimo autunno.

Per i ragazzi la riunione alla vigilia del 2 Giugno è stata anche l’occasione per ascoltare da vicino il discorso dei sindaci che, indossando la fascia tricolore, hanno evidenziato l’importanza di celebrare la festa della Repubblica.