Castelleone – Apparizioni della Vergine, 510 anni dopo

Mentre hanno preso avvio con l’inizio del mese i pellegrinaggi senza cortei ma solo con celebrazioni dei paesi vicini al Santuario della Madonna della Misericordia, Castelleone si prepara al giorno che più di ogni altro è vissuto come una festa dell’intera comunità: l’anniversario delle apparizioni della Vergine. 510 anni fa, l’11 maggio 1511, l’immagine di Maria si stagliò nel cielo davanti agli occhi della pia donna Domenica Zanenga. Nel luogo santo venne costruito il Santuario in onore della Madonna, luogo di preghiera, di venerazione e di incontro per i fedeli castelleonesi e del territorio.
La pandemia, che purtroppo ancora imperversa, non consente alla città di festeggiare a dovere, affiancando i riti religiosi con momenti di aggregazione e svago, come i pic-nic sui verdi prati del Santuario, una passeggiata tra le bancarelle della fiera e tante iniziative volte al pieno coinvolgimento. Non ci sarà neppure la processione dalla parrocchiale sino alla ‘Misericordia’ perché i cortei non sono ammessi causa Covid. Sarà comunque festa con una celebrazione sentita e partecipata nella chiesa che dalla statale Paullese accoglie i visitatori all’ingresso del viale alberato che porta nel cuore della città.
Martedì 11 maggio alle 11 il vescovo di Cremona, monsignor Antonio Napolioni, presiederà la Messa solenne, che sarà preceduta alle 6.30, alle 8 e alle 9.30 da funzioni festive. Alle 15.30 recita del Rosario e benedizione eucaristica e alle 17 i Vespri, prima delle Messa vespertina (ore 19) e della sera (ore 20.30). La domenica successiva, 16 maggio, celebrazione per gli anniversari di matrimonio.

Leggi l’articolo in versione integrale su Il Nuovo Torrazzo in edicola