PISCINA – Per Rifondazione bisogna procedere alla revoca e avviare una gestione pubblica

Il centro natatorio chiuso

“Rifondazione Comunista Crema, lo scorso 26 marzo ha trasmesso alla Procura regionale della Corte dei Conti un esposto con l’ipotesi di danno erariale da parte della Giunta comunale di Crema, in merito alla delibera n. 104 del 22.06.2020, con la quale ha concesso a Sport Management un contributo di 35.000 euro a fondo perduto e di 150.000 euro con vincolo di rimborso”, informa il segretario del partito Beppe Bettenzoli.
“Nella giornata di ieri, 6 maggio – commenta – il gestore ha comunicato ai dipendenti la concessione ‘in affitto’ del ramo aziendale, tra cui la gestione del centro natatorio di Crema. Per Rifondazione diventa sempre più indispensabile e urgente procedere alla revoca dell’appalto per evidenti inadempienze e il ritorno alla gestione pubblica del centro natatorio Bellini”, il commento finale.