Una Messa in ricordo dei genitori saliti in cielo. Il Vescovo: “Sono stati la nostra prima chiesa”

diocesi di Crema

A un mese dalla scomparsa della mamma Malvina, il vescovo Daniele ha celebrato questa mattina, alle ore 10 presso la Cattedrale, una santa Messa di suffragio. Un’Eucarestia dunque molto speciale in cui si sono ricordati anche i genitori dei vescovi e dei sacerdoti della Diocesi.
Al fianco di mons. Gianotti hanno concelebrato il vescovo di Lodi, mons. Maurizio Malvestiti e il vescovo di Como, mons. Oscar Cantoni, oltre che i sacerdoti della Chiesa cremasca.
Alla Messa hanno partecipato anche alcuni sindaci del territorio, come il primo cittadino di Crema, Stefania Bonaldi e i famigliari del nostro Vescovo. Proprio le due sorelle Gianotti hanno acclamato la Prima Lettura e il Salmo responsoriale. Il diacono permanente Alessandro Benzi invece ha letto il brano del Vangelo (Giovanni 15, 18-21).
“E’ passato un mese dalla morte della mia mamma, l’ultimo di una serie di lutti che ha segnato nei mesi scorsi il nostro presbiterio diocesano” queste le parole con cui il vescovo Daniele ha iniziato l’omelia. Come da lui stesso ricordato, infatti, in soli 30 giorni (da metà gennaio a metà febbraio) cinque preti cremaschi hanno perso la loro madre. Ecco quindi una Santa Messa in cui ricordare tutti loro e tutti i nostri familiari, “nella fiduciosa speranza che essi ormai godono della pienezza della vita in Dio”.
Partendo dall’accenno della figura dei genitori di Timoteo ascoltato precedentemente nella Prima Lettura, mons. Gianotti ha ricordato che dai nostri papà e mamme non abbiamo solo ricevuto il dono della vita, ma anche le prime parole della Fede, i primi gesti, le prime preghiere.
Sono stati loro la nostra prima Chiesa – ha proseguito -. Non avevano certo studiato alla Gregoriana o al Biblico, eppure sono stati in grado di fare i primi passi nella conoscenza del Signore e di aprirci all’amore per Lui. Ci hanno trasmesso quella che Paolo chiama una Fede schietta, sincera, semplice, ma profonda. Ci hanno trasmesso una Fede irrobustita anche dalle prove (la seconda guerra mondiale)”. I genitori sono insegnamento di fede e di vita.
Al termine della celebrazione mons. Gianotti ha tenuto rivolgere una parola di ringraziamento per la vicinanza dimostrata, un dono grande e prezioso, a lui e alla sua famiglia nelle settimane scorse. Un grazie da parte sua dunque ai vescovi, ai sacerdoti diocesani e non (in particolare a don Emilio, parroco di Romanengo), la sindaca di Crema e tutti gli amministratori locali, i consacrati, le consacrate, il personale della Curia e tutti i fedeli, sia quelli presenti alla celebrazione sia quanti l’hanno seguita tramite la diretta streaming (disponibile sul nostro canale YouTube).

I genitori defunti dei parroci della nostra diocesi da quando mons. Daniele Gianotti è vescovo di Crema: Bruno Rusconi, papà di don Andrea Rusconi; Lucia Migliorati, mamma di don Ernesto Mariconti; Maddalena Tomasi, mamma di don Remo Tedoldi; Felicita Tessadori, mamma di don Francesco Ruini; Franca Inzoli, mamma di don Alberto Guerini; Caterina Vailati, mamma di don Gian Franco Mariconti; Giacomina Valdameri, mamma di don Angelo e don Gabriele Frassi; Rosa Barbati Biondo, mamma di don Gian Battista Strada; Carolina Guerini, mamma di don Luigi Agazzi.