Crema – Truffa telematica, donna derubata di 9.400 euro dal suo conto corrente postale

9.400 euro si volatilizzano dal conto corrente di una cremasca rimasta vittima di un raggiro telematico ben orchestrato da cinque cittadini italiani, residenti nel napoletano, denunciati a piede libero dai Carabinieri per truffa in concorso. Tutti pregiudicati i quattro uomini e una donna, C.D. classe 1983, C.G. classe 1984, S.R. classe 1975, C.G. classe 1968 e I.F. Classe 1976, hanno abusivamente violato il conto corrente postale di una 54enne del territorio cremasco. La donna infatti, spiegano dal Comando Provinciale dell’Arma “nel febbraio scorso aveva ricevuto un sms sul suo telefono cellulare che riportava come mittente ‘Poste Italiane’. Il messaggio la rimandava and un link nel quale le veniva chiesto di compilare una modulistica con i propri dati personali. L’ignara vittima aveva seguito le indicazioni datele dalla presunta striscia di collegamento telematica delle poste. Successivamente era stata contattata da una sedicente ‘operatrice’ di un fantomatico istituto postale la quale le chiedeva ulteriori informazioni e la invitava a disinstallare l’App ‘PosteItaliane’ dal suo telefono cellulare; anche in questo caso l’ignara vittima eseguiva quanto suggeritole”.

Insospettita da questa strana procedura la malcapitata si è recata presso l’ufficio postale. Insieme all’operatore ha così potuto prendere atto di come sul suo conto fossero stati effettuati cinque prelievi di denaro fraudolenti a sua insaputa. Movimenti da lei mai effettuati per un ammontare complessivo pari a 9.400 euro. La denuncia presso i Carabinieri ha dato il via alle indagini che hanno consentito ai militari dell’Arma di risalire agli autori della truffa deferendoli.