Crema 1908, “Scuola Calcio Èlite”

Il Crema 1908 è l’unica Scuola Calcio Èlite del Cremasco che si aggiunge, sul territorio provinciale, alle realtà dell’US Cremonese e dell’Asd Sported Maris. Un risultato notevole che l’AC Crema 1908 è riuscita a raggiungere nonostante le difficoltà economiche e organizzative provocate dalla pandemia. “Il riconoscimento ottenuto dalla Federazione Gioco Calcio – dichiara Carlo Piraino, responsabile del settore giovanile nerobianco – ci riempie di orgoglio e nasce dalla volontà di offrire una opportunità straordinaria di crescita ai giovani calciatori. I requisiti da rispettare in termini di impianti, personale e qualità della didattica sono molto rigorosi. Abbiamo fatto un percorso che richiesto impegno, determinazione e capacità progettuale. Il giudizio positivo della Figc rappresenta la conferma della bontà delle nostre scelte. Siamo una società che punta davvero sul vivaio e ne siamo fieri”. Il 20 aprile è pervenuta presso la società di via Bottesini la comunicazione della Federazione Italiana Gioco Calcio con la decisione di riconoscere la prestigiosa qualifica di ‘Scuola Calcio Èlite’. Le statistiche dicono che solamente il 5% delle oltre 12mila società dilettantistiche e professionistiche affiliate su tutto il territorio nazionale possono fregiarsi della qualifica. Una percentuale che si replica anche in Lombardia. Ed è proprio dall’importante risultato ottenuto che riparte la stagione ufficiale del settore giovanile nerobianco dal momento che la FIGC ha destinato il torneo Under 13 Fair Play per la categoria 2008 alle società che includono una ‘Scuola Calcio Èlite’. La qualifica consente di avere la priorità anche per i tornei ‘#Grassroots Challenge 2021’ organizzati dalla Figc per la categoria Pulcini. L’AC Crema 1908 è in grado di schierare formazioni in tutte le massime categorie previste per una società dilettantistica. Dalla Juniores nazionale fino ai Piccoli Amici. In tutto 220 atleti con 10 mister abilitati Uefa B e Uefa C, 10 collaboratori dove figurano diversi laureati in scienze motorie e due preparatori per i portieri, uno staff che include un segretario, Doriano Serafini, un responsabile organizzativo, Emil Pedrazzini, un responsabile dell’area atletica e test fisici, Luigi Nardò, ed il capo scouting Aldo Somenzi. “Non ci siamo mai fermati ed entro il 30 giugno avremo svolto il 60% delle attività programmate – sottolinea Piraino – dimostrando che siamo stati in grado di reagire davanti alle criticità dovute all’emergenza epidemiologica. Non è stato facile ma da parte nostra c’è stata sempre la volontà di andare avanti, organizzare il lavoro anche in modalità da remoto, seguire i ragazzi attraverso l’erogazione di schede di allenamento. E comunque, appena c’è stata la possibilità, siamo stati tra i primi a ritornare al lavoro in presenza”. Dopo il termine della stagione, nel mese di luglio, si aprirà il camp estivo presso il Centro San Luigi. “Il settore giovanile – spiega il direttore generale Andrea Baretti – rappresenta il cuore del nostro progetto sociale e sportivo. Sul piano strettamente calcistico a noi interessa davvero portare i giocatori fino alla prima squadra impegnata nel campionato di Serie D dove possono crescere ulteriormente grazie all’insegnamento di un mister, Andrea Dossena, che ha militato in Serie A e nella Premier League inglese. Attualmente sono otto i giocatori cresciuti nelle squadre giovanili che sono approdati alla formazione maggiore mentre nell’ultimo triennio 30 dei nostri ragazzi sono stati richiesti dai club professionistici”. Il vivaio nerobianco comprende le seguenti squadre: Juniores Nazionale, Allievi Under 17, Allievi Under 16, Giovanissimi Under 15, Giovanissimi Under 14, Esordienti Under 13, Esordienti Under 12, Pulcini Under 11, Pulcini Under 10, Primi Calci Under 9, Piccoli Amici 2013-2014-2015. Dal settore giovanile, nella stagione 2020-2021, hanno raggiunto la Serie D Nicolò Bignami, Matteo Ruscitto, Davide Cocci, Matteo Viviani, Alessandro Stringa, Stefano Campisi, Giulio Uras, Mirco Ghidini.