Pandino – Studenti dello Stanga liberano le piante dall’abbraccio soffocante del’edera

Team dello Stanga in azione al Castello Visconteo di Pandino

All’interno dei percorsi PCTO e del progetto ‘Aanalisi e valutazione della stabilità degli alberi ad alto fusto’, la classe 3a D dell’istituto tecnico ‘Stanga’ di Crema si è cimentata nell’analisi visiva preliminare per lo studio della stabilità degli alberi presenti presso il giardino del Castello di Pandino.
“Dopo aver misurato la dimensione del tronco ‘a petto d’uomo’ (130 cm) con il cavalletto dendrometrico e fatto alcune considerazioni in merito alla crescita irregolare del fusto e di alcune radici ‘strozzanti’ delle imponenti querce e degli esemplari di Carpino presenti – spiegano dalla scuola –, la nostra attenzione si è soffermata sulla presenza di edera comune avvinghiata a molti esemplari. L’edera può causare alle altre piante problemi legati all’eccessiva copertura, che riduce l’assorbimento della luce solare e quindi riduce la capacità fotosintetica della pianta ospitante, oltre a caricare branche e fusto di peso aggiuntivo minando alla stabilità della pianta stessa, aumentando l’effetto vela a raffiche di vento”.
Per questo motivo i ragazzi si sono adoperati per liberare questi esemplari dall’edera non ancora lignificata.