OLIMPIADI NAZIONALI DI FISICA – Su 25.000 studenti in gara trionfa anche Martino Barbieri del “Galileo Galilei”

La sede dell'Iis "Galileo Galilei" in via Matilde di canossa a Crema

Sabato 1° maggio s’è tenuta, online, la cerimonia di premiazione delle XXXV Olimpiadi di Fisica. Con l’evento s’è conclusa un’edizione delle Olimpiadi caratterizzata da un percorso lungo e complesso, la cui preparazione è iniziata giusto un anno fa. 580 scuole partecipanti, 25.000 studenti in gara e dieci vincitori assoluti, tra cui un cremasco, Martino Barbieri del “Galileo Galilei”. Bravissimo!
Ora, alla fine del mese di maggio, un’ulteriore prova: saranno selezionate due squadre. Una parteciperà a giungo alle EuPhO, Olimpiadi europee della Fisica, l’altra a luglio alle IPHO, le Olimpiadi internazionali della Fisica.
Tutte le fasi di cui si compone la manifestazione si sono svolte a distanza. “Un sentito ringraziamento va ai dirigenti scolastici delle scuole partecipanti e ai docenti di Fisica delle stesse che con la loro collaborazione hanno permesso la realizzazione nelle proprie scuole della fase di secondo livello che tradizionalmente si svolge presso poli distaccati e della fase nazionale”, dichiarano gli organizzatori. Le limitazioni imposte dalla situazione sanitaria hanno impedito a intere zone del Paese, a singole scuole o a specifici studenti di partecipare o di continuare nella partecipazione alla manifestazione, a volte anche dopo intensi periodi di preparazione alla stessa. Sarà per l’anno venturo. La manifestazione è stata organizzata dall’Associazione per l’Insegnamento della Fisica (AIF) su mandato del Ministero dell’Istruzione.