HUB VACCINALE – La visita del presidente Attilio Fontana: “Grande efficienza. Il PreSST a Crema si farà”

La visita all’hub vaccinale cittadino del presidente di Regione Lombardia, conclusa da poco, ha portato con sè almeno una notizia, forse la più attesa. Il governatore Attilio Fontana, a più riprese, ha confermato che il PreSST (Presidio socio-sanitario territoriale) si farà a Crema. Di fatto sono stati sgombrati tutti i dubbi emersi ieri in un comunicato dei Cinque Stelle, ribadendo che l’interlocuzione con Comune di Crema e territorio è in corso. Come aveva assicurato l’amministrazione comunale.
Fontana è arrivato a Crema accompagnato dal “suo” assessore a Urbanistica e Protezione Civile, Pietro Foroni, accolto dal sindaco Stefania Bonaldi, dal presidente dell’Area Omogenea Aldo Casorati, dal direttore generale dell’Asst Germano Pellegata, da Gianni Rossoni, Simone Beretta in rappresentanza della Provincia e altri politici del territorio, compreso il consigliere regionale Pd Matteo Piloni. All’ingresso dell’hub, il governatore lombardo s’è subito detto “molto contento di essere qui”, con Bonaldi che prontamente ha replicato di essere “orgogliosa di mostrare il nostro hub vaccinale, che funziona benissimo”. “Questo è quello che conta”, ha risposto Fontana.
Dopo la visita alla struttura, una rapida conferenza stampa. “Confermo che sono in corso interlocuzioni per quanto riguarda il PreSST a Crema, che certamente si farà. Si tratta, in ogni caso, di un investimento importante ed è per questo che il dialogo è aperto, per trovare la migliore soluzione possibile”. Non è assolutamente scartata, dunque, l’ipotesi di collocarlo nell’ex palazzo di giustizia. “Ragioniamo col territorio, i sindaci ce lo chiedono, come è giusto che sia”, ha confermato il presidente della Lombardia.

HUB DI CREMA “EFFICIENTE E ORGANIZZATO”

Questo il suo commento di Fontana sull’hub vaccinale di Crema e la campagna lombarda. “Vedo oggi un Centro vaccinale ben organizzato, efficiente e capace di dare risposte rapide alla gente, grazie a medici, infermieri, dirigenti dell’Asst, volontari e Protezione civile, che dimostrano determinazione ed entusiasmo nel coccolare tutte le persone che entrano, nonostante siamo sotto pressione da più di un anno. Dovete essere orgogliosi, come comunità, del vostro hub e delle gestione dell’Asst. Non resta che un grande grazie”.
“Ieri abbiamo stabilito un record di somministrazioni, andiamo avanti così – ha aggiunto –.  La macchina c’è e funziona e può andare anche più veloce se i vaccini arriveranno in modo costante. Se sarà così la campagna vaccinale si concluderà tempestivamente, per ridare un po’ di libertà ai cittadini e agli operatori, ce n’è bisogno!”.

BONALDI: “ORGOGLIOSI DELL’HUB E DEL CONFRONTO SUL PRESST”

“Ti ringrazio presidente per questa visita. La nostra città è particolarmente orgogliosa dell’efficienza e dell’organizzazione del suo hub, che racchiude le caratteristiche che bene hai colto. Per la funzionalità diamo il merito all’Asst, al personale sanitario e ai volontari. Ricevo messaggi di elogio ogni giorno”, ha detto il sindaco. La quale non ha mancato di sottolineare nuovamente la posizione strategica dell’area, vicina all’ospedale e con ampio parcheggio, concetti poi ripresi anche da Fontana. “Siamo pronti a cedere l’ex tribunale alla Regione per asservirlo all’ospedale. Sono contenta della tua conferma che le interlocuzioni per farne un PreSST siano in corso”, ha affermato Bonaldi.
“Abbiamo ribadito che il PreSST si farà a Crema, è giusto però confrontarsi col territorio e ascoltare i pareri dei sindaci”, ma proponendo anche eventuali migliorie e idee. “Mi chiedete se il PreSST si farà qui… valuteremo la soluzione migliore per poi partire con la massima velocità consentita dalla normativa per realizzarlo”.
Da parte sua l’assessore Foroni ha ringraziato tutti i volontari, le associazioni, la protezione civile che rappresenta “quel valore in più che sa esprimere particolarmente la nostra regione. La forza che sta avendo la campagna vaccinale in Lombardia è per l’impostazione che gli abbiamo dato, con regole declinate sui territori a seconda delle caratteristiche degli stessi”. Con Fontana ha poi evidenziato il ruolo della Protezione civile: “Siamo stati i primi nel Paese a coinvolgerla in modo massivo e anche il resto del Paese ha poi fatto come noi”.

PELLEGATA: “LAVORO DURO, MA TUTTO FUNZIONA BENE”

“Grazie per la visita. Il lavoro è stato duro – ha confermato il dg dell’Asst Pellegata in chiusura di conferenza –. L’organizzazione è complessa, tra Asst, Ats, Protezione civile, volontari… un sistema complesso che sta funzionando bene, con una dimensione adeguata per il nostro territorio distrettuale”. Il direttore generale dell’ospedale ha anche applaudito la decisione vincente “di aver focalizzato tutto su un unico Centro. Credo sia stata la scelta migliore per ottimizzare logistica e personale”.