Polizia – Durante operazioni di controlli un arresto, due indagati e due segnalazioni alla Prefettura

Negli ultimi giorni il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Crema ha attivato operazioni di controllo a vasto raggio nei luoghi maggiormente frequentati e ritenuti più sensibili come stazione ferroviaria, parchi pubblici, parcheggi, adiacenze di complessi alberghieri, locali pubblici, ecc… al fine di contrastare fenomeni criminosi diffusi quali gli scippi, i furti in abitazione  e i borseggi.
L’attività che ha visto l’impiego di numerose unità operative del Commissariato di Crema si è conclusa. Sono 190 le persone identificate, 69 gli automezzi controllati, 16 posti di controllo sulle strade princiali, 3 gli esercizi pubblici controllati e 28 i controlli ai soggetti agli arresti domiciliari.
Proprio durante questo servizio è stato tratto in arresto, per il reato di rapina aggravata e lesioni personali volontarie, un cittadino marocchino di anni 25, residente a Crema, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio ed in regola con il permesso di soggiorno.

La vicenda si è svolta nel pomeriggio di venerdì, quando il giovane si è presentato presso un negozio di alimentari nella periferia della città e ha asportato della merce occultandola sotto i vestiti indossati. Dopo aver varcato le casse omettendo di pagare il corrispettivo, nel tentativo di allontanarsi dall’esercizio commerciale ha aggredito il proprietario del negozio che insospettito dall’atteggiamento dello straniero gli aveva chiesto contezza. Fuggito all’esterno, dopo essersi liberato della refurtiva, è stato bloccato poco lontano dagli agenti di una volante del Commissariato che, allertata dal personale dell’esercizio commerciale, tramite telefonata al numero d’emergenza (NUE), stava effettuando una perlustrazione in zona.
La vittima, ultrasessantacinquenne, si è recato al Pronto Soccorso di Crema per ricevere le cure necessarie del caso ed è stato dimesso con prognosi di 5 giorni per le contusioni in viso.
La merce asportata, pari al valore di circa 50 euro, è stata recuperata e restituita al proprietario del negozio. Lo straniero, invece, è stato tratto in arresto e condotto il giorno successivo presso il Tribunale di Cremona per la relativa convalida; il giudice ha applicato la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Sempre durante uno dei controlli condotti dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Crema due soggetti, di cui un cittadino ucraino di anni 32 e uno italiano di anni 52, sono stati sorpresi da una volante all’interno di un fabbricato dismesso ubicato in questo centro cittadino nel quale si erano introdotti illegalmente, dopo aver divelto le recinzioni perimetrali, facendone la loro precaria e temporanea dimora.
I due, con precedenti a carico per reati contro il patrimonio e la persona, sono stati indagati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cremona per invasione di edifici e danneggiamento.
Durante un controllo presso la locale stazione FS, infine, venivano identificati due soggetti italiani, entrambi residenti a Crema, in evidente stato ebbrezza alcolica che creavano disturbo agli utenti presenti; gli stessi verranno segnalati alla Prefettura di Cremona ai sensi di Legge.