CHIAMAMI COL TUO NOME: alla Pro Loco Crema c’è un nuovo libro dedicato!

Non si ferma l’interesse a la passione per il film di Luca Guadagnino Chiamami col tuo nome, tratto dall’omonimo libro di Andrè Aciman. In Italia, e nel mondo, sono nati diversi gruppi di fan che, con diversi strumenti, vogliono dare il loro contributo alla diffusione della conoscenza di questa pellicola girata anche a Crema e nel territorio Cremasco, premiata con l’Oscar per la migliore sceneggiatura non originale. La Pro Loco Crema, in un intelligente connubio tra cultura e turismo, ha da subito compreso le potenzialità del film e del cineturismo raccogliendo materiale e promuovendo iniziative che hanno attirato migliaia di turisti in cerca delle orme dei due protagonisti, Elio e Oliver.

Ultimo contributo, in termini di tempo, il libretto pubblicato per le Later Edition (pp. 16) e scritto da Francesca Somavilla giovane autrice nata nel 1998 a Massa, dove si è diplomata diploma presso il Liceo Linguistico Giovanni Pascoli. Da sempre appassionata di la lettura, la scrittura creativa e la fotografia ha collaborato come fotografa in diversi eventi organizzati dall’Università Fondazione Campus di Lucca. Più recentemente ha affinato le sue conoscenze relative al mondo del cinema e del cineturismo, tanto da laurearsi nel febbraio 2021 in Scienze del Turismo con una tesi dal titolo Emozioni che fanno viaggiare: il fenomeno del cineturismo a Crema nelle location di Chiamami col tuo nome. Il libretto, ora disponibile presso la Pro Loco, insieme ad altri contributi e gadget dedicati al film, si intitola A Crema il cuore dei cuori. Si legge nell’introduzione: “Un’intera estate per Elio e sei lunghe settimane per Oliver sono poco più di due ore per noi spettatori. Ma due ore capaci di farci innamorare. Vi è mai capitato di sentire la mancanza di un’Italia in cui non avete mai vissuto, di due ragazzi che non avete mai conosciuto e di una città che non avete mai visto? Ebbene questo è quello che è successo a me poco più di un anno fa”. Quindi la descrizione della sua visita a Crema e nel Cremasco: l’emozione di scoprire gli stessi luoghi del film  e il lavoro svolto dalla Pro Loco. Per tutti i fan, un libro da avere!