OSPEDALE MAGGIORE – Pronto Soccorso: dalla Teicos in dono un rilevatore facciale digitale per la febbre

Un rilevatore digitale per la misurazione facciale della febbre è stato collocato all’ingresso del Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore di Crema. Lo strumento è stato donato dalla Teicos di Pandino, azienda leader nel campo delle comunicazioni e delle reti informatiche.

“Il nuovo rilevatore facciale – hanno commentato il dottor Giovanni Viganò, direttore del Pronto Soccorso, e la caposala Claudia Mantoan – è utilissimo per molti aspetti: fa risparmiare tempo rispetto alla misurazione manuale, finora affidata a un nostro operatore, ma soprattutto permette di selezionare ulteriormente gli ingressi alla struttura, garantendo una maggiore sicurezza 24 ore su 24. La febbre è il primo segnale che consente di stabilire come iniziare a gestire i percorsi all’interno del Pronto Soccorso, separando i pazienti tra Covid e no Covid. È uno strumento che aspettavamo, utile anche per responsabilizzare tutti i cittadini che accedono alla nostra Unità operativa. Grazie di cuore per la donazione”.

Antonio Picinelli, patron della Teicos, ha affermato che lo strumento donato rappresenta anche “un gesto di riconoscenza per tutto il personale del Pronto Soccorso e per gli operatori ospedalieri, impegnati con passione e dedizione in questo difficile periodo segnato dalla pandemia”.

Ringraziamenti alla Teicos sono stati formulati anche dal dottor Germano Pellegata, direttore generale dell’Asst cremasca.