Morte della mamma: lettera del Vescovo alla Diocesi, “Grazie per la vicinanza”

Carissime sorelle e fratelli, ancora una volta desidero ringraziare voi tutti, a nome anche delle mie sorelle Giuliana e Annamaria e di mio fratello Roberto, con tutti i familiari, per la grande vicinanza che mi state dimostrando in questi giorni, dopo la morte della mia mamma Malvina, che Dio ha chiamato a Sé lo scorso 7 aprile: Dio vi ricompensi per le preghiere e per l’affetto con cui ci state circondando.

È una situazione strana, quella che ci costringe ad aspettare ancora alcuni giorni, prima di poter dare l’ultimo saluto alla mamma con i gesti e le parole della liturgia cristiana delle esequie, per consegnarla poi alla terra nel camposanto dove già riposano, in attesa della Risurrezione, lo sposo Rino e il fratello minore Giovanni.

E dispiace molto che le limitazioni negli spostamenti e le dimensioni ridotte della chiesa parrocchiale del mio paese non permettano di accogliere tutti quelli e quelle che vorrebbero esprimere la loro vicinanza anche nel momento del funerale, che sarà celebrato mercoledì 14 aprile, alle ore 15, nel mio paese natale, Calerno (RE), dove la mamma viveva. Vi chiedo di accogliere con pazienza queste limitazioni, anche per non mettere in difficoltà chi, in parrocchia, dovrà organizzare la celebrazione dei funerali e gestire l’accesso alla chiesa.

Il presbiterio diocesano e la diocesi saranno rappresentati dai vicari e da alcuni membri della presidenza del Consiglio pastorale diocesano, e li ringrazio per questo.

Chi vorrà, potrà seguire la celebrazione attraverso la diretta streaming, collegandosi al sito internet del Nuovo Torrazzo o direttamente al link https://youtu.be/wycOFLy9H7M: soprattutto, la comunione nella fede e nella preghiera compenseranno abbondantemente l’impossibilità di essere fisicamente presenti.

È mio desiderio, però, condividere con voi, anche come segno di riconoscenza, una santa Messa di suffragio, nella quale ricordare, con la mia mamma, anche le altre mamme di sacerdoti che Dio ha chiamato a Sé nei mesi scorsi: lo faremo, a un mese di distanza dalla morte della mamma, sabato 8 maggio 2021, alle ore 10, in Cattedrale, e vi parteciperanno anche le mie sorelle e mio fratello con le loro famiglie, che pure desiderano esprimere la loro riconoscenza a voi, per come ci avete accompagnati in questi giorni.

Vi invito, se volete, ad appuntarvi questa data. Soprattutto, sentiamoci uniti nella fede pasquale, che celebriamo in questi giorni: è la fede nel Signore Gesù, morto e risorto, che ci apre la via della vittoria sulla morte e della vita in Dio per sempre.

Benedico tutti di cuore!

+Daniele, vescovo