RIPALTA NUOVA – Iniziato l’intervento di restauro conservativo della chiesa parrocchiale

In settimana, con l’allestimento del cantiere e il montaggio dei ponteggi, sono iniziati i lavori di restauro conservativo della chiesa parrocchiale di San Cristoforo, a Ripalta Nuova. L’intervento, affidato alla Ditta B&G di Roberto Ghilardi, con sede a Mozzanica, dovrà terminare entro il 30 novembre prossimo. Al via ufficiale dell’attesa opera erano presenti, insieme agli operai, il parroco don Franco Crotti, l’architetto Gigi Meanti, l’ingegner Massimo Bacchetta, Roberto Ghilardi, il geometra Rosolino Galbignani e l’architetto Magda Franzoni, progettista e direttore dei lavori, approvati dalla Commissione affari economici della Parrocchia, dal Collegio Consultori e affari economici della Diocesi, dalla Commissione di Arte Sacra diocesana e dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Province di Cremona, Lodi e Mantova.

Il primo obiettivo è il ripristino del campanile, privato della parte terminale della cuspide durante il nubifragio che ha pesantemente colpito il Cremasco il 12 agosto 2019: la torre campanaria e parte della copertura della chiesa furono subito messi in sicurezza, ma ora sono necessari interventi di recupero definitivi, anche per i grandi orologi. I lavori riguarderanno inoltre le parti laterali dell’edificio sacro, infissi e portali compresi.

La Parrocchia ha ottenuto dalla Conferenza Episcopale Italiana un contributo in base all’8X1000 e un finanziamento dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. La spesa è però ingente e, pertanto, si fa appello alla generosità della comunità ripaltese.