STRAPPATI GLI STRISCIONI – Ieri, in serata, sono stati rimossi alcuni striscioni del comitato “Scuole Aperte Crema”

Un atto vandalico, la rabbia di chi non vuole che i ragazzi delle classi seconde e terze delle scuole secondarie di 1° grado e gli studenti delle secondarie di 2° grado rientrino, finalmente, a scuola? Oppure semplice paura ed.. egoismo?

L’avere strappato i manifesti che ii dal comitato “Scuole aperte Crema”, aveva affisso ieri mattina e che sono stati tolti in serata da diversi cancelli delle scuole di Crema (fra cui le secondarie di 1° grado “A. Galmozzi, sede in via Mercato e quelli del liceo Racchetti da Vinci, sia in via Palmieri, sia in via Stazione), riteniamo, sia stato un gesto comunque vile. Si trattava infatti della libera espressione di una legittima richiesta e questi ‘strappi’ sono apparsi agli organizzatori, ma non solo, subito assurdi e ingiusti.

Tuttavia, se come pare, la regione Lombardia tornerà in zona arancione dalla prossima settimana (si attende la decisione del Comitato Tecnico Scientifico che verrà presa domani, venerdì 9 aprile), questo atto vergognoso sarà stato del tutto inutile e da lunedì i ragazzi torneranno nelle aule, sfruttando tutti i protocolli di sicurezza previsti. Sarebbe una bella ‘rivincita’ nei confronti di chi crede che la scuola in presenza non sia un diritto!