EX COLONIA FINALPIA – Critico con sindaco Bonaldi e Cda il circolo dei Fratelli d’Italia

“I cittadini cremaschi hanno appreso della messa in vendita dell’ex colonia climatica di Finalpia. Per il rispetto che si deve avere verso il nostro territorio una decisione del genere non può essere presa da un sindaco il cui mandato è in scadenza tra pochi mesi e da un Consiglio di Amministrazione ormai delegittimato e non più rappresentativo”. La dura presa di posizione è di Giovanni De Grazia, coordinatore del circolo dei Fratelli d’Italia di Crema. Già ad agosto del 2020 De Grazia e soci avevano chiesto l’azzeramento del Consiglio e le dimissioni del presidente in carica.
“I consiglieri comunali, almeno quelli che hanno a cuore veramente il futuro di Finalpia, lamentano di non essere stati informati e che il sindaco Bonaldi abbia tirato dritto evitando ogni confronto, tranne quattro incontri organizzati con alcune associazioni. La Bonaldi e il suo braccio operativo Soffientini avevano comunque deciso da tempo di alienare Finalpia, come già dichiarato a mezzo stampa addirittura a settembre del 2020”, commenta ancora De Grazia.
Il quale pone due domande: “Il denaro che ‘dovrebbe’ arrivare dalla vendita dove potrà essere utilizzato? E di tutto questo il Pd, cosa ne pensa? Si allinea senza battere ciglio alle decisioni del duo Bonaldi-Soffientini? Difficilmente i democratici obietteranno qualcosa… Ma fortunatamente nel 2022 si voterà a Crema e i nostri cittadini potranno giudicare il loro operato”.