“DECRETO APRILE” – Conferma di regole e divieti sino al 30 aprile. Scuole aperte fino alla prima media

Le misure del nuovo “Decreto Aprile” saranno le stesse attualmente in vigore, infatti il decreto conferma regole e divieti dal 7 al 30 aprile. “Con la novità che non vi sarà alcuna zona gialla per un mese, l’Italia fino al 30 aprile sarà solo rossa o arancione”, conferma il sindaco Stefania Bonaldi.
Dopo Pasqua si torna in classe fino alla prima media in tutta Italia, zone rosse comprese e i Presidenti di regione non potranno emanare ordinanze più restrittive per sospendere l’attività in presenza. In zona arancione la presenza è fino alla terza media e con un minimo del 50% alle Superiori.
“Per quanto riguarda le riaperture il Governo potrà prevedere deroghe alle misure di contenimento del Coronavirus in base dell’andamento dell’epidemia e in relazione allo stato di attuazione del Piano strategico nazionale dei vaccini. Fra le novità, previsioni esplicite per il rifiuto di vaccinarsi da parte del personale sanitario”, spiega il nostro primo cittadino. Che aggiunge come “purtroppo per la prima volta un provvedimento di questo tenore non è stato oggetto di alcuna preventiva comunicazione con le rappresentanze dei Comuni e delle province (Anci ed Upi)”.