VENEZIA CHIAMA CREMA – Il palinsesto cremasco per i 1600 anni della fondazione di Venezia

Si è appena conclusa la conferenza stampa online che ha presentato le iniziative messe in campo dall’amministrazione comunale e da una lunga serie di enti culturali attivi in città. Introdotta dalla direttrice di Museo e Biblioteca dotto.ssa Francesca Moruzzi, la sindaca Stefania Bonaldi ha ricordato le premesse di questo vasto lavoro: l’invito ricevuto dalla città di Venezia a stilare un palinsesto da inserire nelle manifestazioni che ricordano i 1600 anni della fondazione di Venezia, sotto l’egida della quale anche la nostra città visse per secoli. Apprezzamento è stato espresso dalla sindaca per la pronta risposta delle associazioni.

Sono quindi intervenute le realtà culturali che daranno il loro contributo sotto forma di spettacoli teatrali, musicali, cene rinascimentali, percorsi, studi storici, mostre, registrazioni di Cd, attività turistiche e molto altro. Fra queste naturalmente le proposte del Museo Civico di Crema e del Cremasco illustrate dall’assessora alla Cultura e Turismo Emanuela Nichetti, che hanno un taglio particolarmente storico-scientifico (con il coinvolgimento di archivio e biblioteca), quindi contributo della Società Storica Cremasca illustrato da Matteo Facchi (3 video a partire dal venerdì prossimo 26 marzo); quello della Pro Loco presieduta da Vincenzo Cappelli che han illustrato iniziative che coinvolgeranno anche il Comitato Carnevale Cremasco e la figura di Francesco Cavalli. il circolo delle Museo capitanato da Giordano Formenti proporrà due eventi musicali e lirici (anche l’Otello, opera di Shakespeare che si svolge a Venezia), mentre per i Mondi di Carta Monica Caio ha richiamato l’attenzione sulla menzionata cena rinascimentale fatta di profumi, sapori, odori…

Anche la Fondazione San Domenico partecipa al palinsesto (già ufficiosamente accettato dal Comune di Venezia) con videoracconti e un evento autunnale teatrale che porterà in scena i racconti del priore Matteo Bondello. Anche la piccola realtà de Il Timbrofilo curioso si inserisce nella programmazione con un annullo speciale in collaborazione con Poste Italiane così come il coro Monteverdi ha invece in programma la realizzazione di un altro Cd dalle musiche sacre di Francesco Cavalli. Infine Rosa Mrssina per il Cantiere delle idee ha menzionato gli spettacoli teatrali che realizzerà con gli studenti dei suoi corsi di teatro.

Un palinsesto ricchissimo, del quale daremo ulteriori dettagli nell’articolo pubblicato sul Nuovo Torrazzo in edicola sabato 27 marzo