SCANNABUE – Scuola elementare, atteso entro fine marzo l’inizio dei lavori per le casette

scannabue

È atteso entro fine marzo l’inizio dei lavori di costruzione delle casette che ospiteranno, per un periodo, le classi della scuola elementare di Scannabue, prossima alla demolizione.
A dirlo è l’assessore ai Lavori pubblici, Sicurezza e Ambiente Giuseppe Dossena: “Sono una trentina le imprese che hanno presentato la volontà di partecipare alla gara. Settimana scorsa è stata fatta l’assegnazione provvisoria, poi si procederà ai dovuti controlli”. I lavori di posa delle casette dovrebbero iniziare entro fine marzo e dureranno 90-120 giorni.

Una casetta per 18 mesi

“In estate si potrà procedere, così, con l’abbattimento del vecchio stabile, mentre a settembre gli alunni saranno sistemati nel prefabbricato”. Sarà questa una permanenza di 18 mesi, il tempo necessario per costruire la nuova scuola Marazzi sulle ceneri del vetusto edificio, secondo il progetto dell’architetto Massimiliano Aschedamini. “La struttura prefabbricata, assimilabile per la sua conformazione a una casetta, sarà posizionata nel cortile laterale della scuola esistente, a distanza di 5 metri, su fondazioni gettate in opera (da qui la definizione ‘parzialmente prefabbricata’)” ha spiegato l’assessore Dossena.

Previsti tre moduli per un locale funzionale e funzionante

“Avrà uno sviluppo di 15×15 metri, dunque un quadrato di 215 metri quadrati. L’accesso avverrà da via Marchesani, protetto da una pensilina centrale. La struttura prevederà tre moduli, uno dei quali adibito a Biblioteca e un altro per i servizi igienici suddivisi per insegnanti, alunni – maschi e femmine separati – e portatori di handicap. Le due aule e lo spazio adibito a Biblioteca avranno un’area di 43 metri quadrati ciascuna. Un corridoio coperto costituirà la giunzione con la scuola esistente, che ospiterà una delle tre classi dell’edificio di prossima demolizione. La costruzione inizierà con un blocco di cemento, su cui si innalzeranno le impalcature in acciaio. Tutto verrà coibentato, quindi dotato di impianto di riscaldamento e raffrescamento. A fine lavori, il locale sarà perfettamente funzionale e funzionante nel rispetto delle normative vigenti in materia”.

Un prefabbricato che non andrà perso

Il costo della struttura prefabbricata sarà di 287 mila euro, finanziati dal mutuo della nuova scuola ma, a lavori ultimati, la struttura non andrà persa: sarà ricollocata presso il vicino Centro Sportivo.