CONSULTA GIOVANI CREMA – Tanto è stato fatto nel 2020. All’orizzonte, ora, nuove sfide e iniziative

Consulta Giovani Crema
I ragazzi e le ragazze della Consulta Giovani Crema con l'assessore Michele Gennuso (foto di repertorio)

Giovani cremaschi e cremasche, chi studente universitario, chi  lavoratore. Uno solo però il denominatore comune: essere esempio di cittadinanza attiva per i propri coetanei e non solo. Sono i ragazzi e  le ragazze della Consulta Giovani Crema. Trentatré under 30 che si impegnano per rendere migliore la città, per sensibilizzare la comunità su svariate tematiche e che anche durante un  anno difficile come lo scorso hanno fatto molto. E il 2021 non sarà da meno. Il tutto in pieno dialogo con amministrazione comunale, associazioni e realtà di vario genere del territorio.

LA PANDEMIA NON HA SPENTO LA VOGLIA DI FARE DELLA CONSULTA GIOVANI. ANZI…

“Il 2020 è stato estremamente particolare – spiega Mario Alessio  Benelli, presidente da dicembre 2019 –. In un primo momento abbiamo  temuto che, a causa dell’emergenza sanitaria, dovessimo annullare quanto  organizzato. E invece, con la voglia di fare da parte di tutto il gruppo abbiamo riorganizzato e tante sono state le iniziative”.
Non semplici parole, ma fatti. Hanno proposto la challenge #stayathome, un modo divertente per veicolare un messaggio importante, ma al contempo  per diffondere un po’ di speranza in un momento dove dominavano paura e  angoscia. Hanno partecipato e promosso Aiutiamo l’Ospedale di Crema! #iostoconCrema, la raccolta fondi che ha permesso di donare 250.000 euro  al nostro nosocomio.

Consulta Giovani Crema
Alle spalle dei ragazzi e delle ragazze della Consulta Giovani, l’installazione realizzata da Anna Lopopolo

“Abbiamo realizzato una straordinaria terza edizione di 57 giorni, Strade di legalità. Che, come per le altre iniziative, ha riscosso notevole successo tra gli utenti – precisa Sofia Ogliari, membro del team che si occupa della comunicazione –. Per 57 giorni abbiamo
pubblicato sulle nostre pagine social post sulla legalità. Grazie  all’installazione realizzata dalla bravissima Anna Lopopolo è stato dato un volto al Largo Giovanni Falcone e Paolo Borsellino”.
La Consulta Giovani, poi, ha organizzato una tribuna elettorale con  alcuni assessori e consiglieri di Crema per informare sul referendum del 20 e 21 settembre; ha collaborato con il Centro “Alfredo Galmozzi” per  Linguaggi di donne e con artisti cremaschi in concomitanza della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.
Insomma un anno difficile sul piano emotivo, ma assai frenetico.

Consulta Giovani Crema

UN 2021 RICCO. CONSULTA È PRONTA A NUOVE SFIDE

Se il 2020 è stato ricco di impegni per la Consulta Giovani, il 2021 non si prospetta molto diverso. Mario e Sofia ci hanno anticipato quanto sta bollendo in pentola.
In primis lo Statuto della stessa Consulta è stato corretto, colmato e sistemato. “Riprenderemo i dialoghi con gli assessori, interrotti nei mesi scorsi a causa della pandemia – afferma il presidente –. Ad esempio  con l’assessore al Commercio e all’Ambiente Matteo Gramignoli in merito a un’area cani”.
In vista c’è anche l’installazione di cinque nuovi Cestino quiz, ma soprattutto alcuni Patti di comunità. “Il primo, al fianco di Acli, Società Sociale Cremasca e Servizi Sociali per riqualificare il giardino che si trova all’interno del complesso di case popolari del quartiere di
San Bernardino – aggiunge Sofia –. L’intenzione è di far vivere questo luogo. I giovani che lì abitano devono sentirlo proprio. Si pensa quindi a un murales e ad arredi urbani per renderla un’area confortevole, dove studiare e dialogare, per ragazzi di 16-20 anni, uno spazio compiti per i più piccoli. Un altro Patto è volto, invece, al contrasto della solitudine”.
La Consulta Giovani sta già pensando anche alla quarta edizione di 57 giorni. Strade di legalità. Quest’anno l’intenzione, come ci hanno confidato Mario e Sofia, è di dare un’impronta diversa a questa iniziativa: declinare il concetto di legalità trattando della violenza di genere.
Appuntamenti online o in presenza? Tutto dipende dall’andamento della pandemia, anche se il presidente non esclude il fatto di impiegare entrambe le modalità.

HAI TRA I 16 E I 30 ANNI? UNISCITI ALLA CONSULTA GIOVANI

I membri della Consulta invitano nuove forze ad aggiungersi: “Il nostro obiettivo è di riuscire ad agganciare anche i ragazzi delle scuole superiori”. Per maggiori informazioni visita il sito della Consulta Giovani Crema www.consultagiovanicrema.it

Buon lavoro Consulta Giovani Crema!