Il filo sottile di Arianna: il nuovo romanzo del cremasco Lorenzo Sartori. Da domani in libreria

Sartori

Si intitola Il filo sottile di Arianna ed è ambientato fra Milano, Crema e il lago di Garda, il nuovo lavoro di Lorenzo Sartori (nella foto) che sabato 27 febbraio sarà disponibile per un firmacopie nelle librerie della città.
Lo scorso settembre ha vinto il prestigioso premio Nebbia Gialla per i romanzi inediti e da domani, giovedì 25 febbraio sarà disponibile in tutte le librerie d’Italia Il filo sottile di Arianna il nuovo thriller del cremasco Sartori, direttore artistico del festival letterario Inchiostro e della rassegna DeGenere.

FIRMACOPIE

Edito da Laurana Editore nella Collana Calibro 9, il romanzo è già ordinabile in libreria e sabato 27 febbraio sarà possibile avere la propria copia autografata dall’autore che sarà presente nelle tre librerie di Crema per un firmacopie (dalle 11 alle 12.30 presso la libreria La Storia di via Griffini, dalle 16 alle 17.30 alla Libreria Brioschi di via Matteotti e dalle 17.30 alle 19 al Mondadori Bookstore di via Mazzini).

IL FILO SOTTILE DI ARIANNA

Dopo il successo di Alieni a Crema e de La Sindrome di Proust, Sartori torna in libreria con un nuovo thriller ai confini del giallo e del noir e torna a parlare della sua città, Crema, anche in questa sua ultima opera.
copertinaIl filo sottile di Arianna dedica infatti alcune pagine del suo mistero alla splendida basilica di Santa Maria della Croce e fa rivivere l’antico “fatto di cronaca” di Caterina degli Uberti nelle parole di un sacerdote impegnato nella tutela di chi anche oggi è stata vittima di violenze.
Protagonista del romanzo è Andrea Basilio, un ex poliziotto divenuto investigatore privato che viene ingaggiato da Arianna Fanelli, una donna bellissima, per risolvere un intricato mistero ambientato nell’alta società milanese. Alla ricerca di un imprenditore scomparso in circostanze poco chiare, affascinato dalla seducente cliente e alle prese con una figlia pre-adolescente che non smette di ricordargli la sua imperdonabile arretratezza tecnologica, l’investigatore Basilio entra subito nel cuore dei lettori ed è impossibile non sentirsi partecipi delle sue scoperte e dei colpi di scena che si parano sulla sua strada.
La Milano bene, fra Porta Romana, la Rotonda della Besana e via Festa del Perdono, i quartieri più popolari di Corso Lodi, il centro storico di Crema e la Basilica di Santa Maria della Croce, la terrazza a strapiombo sul lago di Garda a Pieve di Tremosine sono i luoghi principali in cui è ambientata questa storia misteriosa in cui il mito di Teseo e Arianna, del Minotauro, di Icaro e Dedalo ritrovano eco in storie attuali e in personaggi con un nome che rischia di condizionare il loro destino.