CAMISANO – Lungo la 591 siamo alle solite: una montagna di rifiuti abbandonati!

I rifiuti fotografati nelle scorse settimane dal sindaco Valerani sulla 591

Succede ancora, purtroppo, nonostante l’impegno messo in campo dai Comuni e dalla società che ha in gestione il servizio di raccolta. L’abbandono dei rifiuti sull’asta della 591 continua, in barba ai controlli e a ogni buonsenso. A informarci dell’accaduto di oggi, l’ennesimo, è il sindaco di Camisano Adelio Valerani, che fu il primo a mobilitarsi per dar vita a un’azione condivisa degli Enti interessati. Da mesi, insieme, i Comuni promuovono una speciale raccolta che, però, evidentemente non funge da deterrente.
“Poco fa sono transitato in macchina al chilometro 7.500 della strada, tra Camisano e Ricengo, e con grande dispiacere ho visto tanti rifiuti lasciati nelle piazzole di sosta, in una in particolare. Uno scempio che non ho potuto non fotografare”.
E le immagini sono eloquenti: lastre di Eternit, assi bruciate, un materasso matrimoniale, sacchi di immondizia indifferenziata, scarti di ogni tipo. “Questi comportamenti incivili mi fanno piangere il cuore. Nonostante gli sforzi messi in campo da parte dei Comuni e di Linea Gestioni il risultato è ancora una volta lo stesso: i soliti ignoti abbandonano e i cittadini, le comunità pagano per ripulire. Così non va bene!”.
Il sindaco camisanese non sopporta più comportamenti del genere e chiede un intervento vigoroso: “Bisogna incrementare i controlli e punire i trasgressori. Urge un incontro per pensare il da farsi. Non se ne può più”. Chissà che stavolta, le ormai famose foto-trappole possano davvero essere messe in campo per cercare di incastrare i trasgressori!”. Una cosa è certa: la misura è colma.