ZONA ROSSA – Per ora nessuna esenzione per le province con indici sotto la media regionale

comune di crema

“Il Ministro Speranza ha sottoscritto l’ordinanza che dispone per la Lombardia la zona rossa fino al 31 gennaio. Non sono al momento previste esenzioni dalle misure restrittive a zone lombarde con indici di contagiosità sotto la media regionale”. Il sindaco Stefania Bonaldi con questo post ha commentato le decisioni che riguardano la nostra regione, per cui insieme ad altri colleghi sindaci e al presidente della Provincia Mirko Signoroni aveva chiesto “allentamenti” stante la situazione dei dati. Voci di corridoio ipotizzano un ricorso. Staremo a vedere.

Tra i commenti alle decisioni governative delle ultime ore anche quello del presidente di Confindustria Lombardia Marco Bonometti: “Nell’assoluta necessità di tutelare la salute dei cittadini e preservare la capacità di risposta del sistema socio-sanitario, chiediamo regole chiare e certezza di metodo, per favorire la programmazione. La tempestività nella valutazione dei dati e la coerenza con il reale andamento epidemiologico devono essere le basi per orientare le scelte del Governo. E’ più che necessario che vengano applicati tutti gli indicatori finalizzati alla definizione del livello di rischio, compreso il criterio di ‘resilienza’ del Sistema Sanitario Regionale. Tutto ciò è fondamentale affinché gli operatori economici abbiano fiducia nelle decisioni assunte perché altrimenti si rischia di compromettere irreversibilmente la continuità della ripresa che stiamo faticosamente rincorrendo”, ha detto.

Nel frattempo, a proposito di dati, è in crescita come a livello nazionale, il numero di ricoveri per Covid all’ospedale Maggiore di Crema. 67 i pazienti attualmente in cura: 3 in terapia intensiva e 17 in terapia semintensiva. A Rivolta 18 persone sono sottoposte a riabilitazione pneumo-cardiologica post Coronavirus. I cittadini positivi al virus segnalati all’Asst di Crema sono 541, 80 dei quali seguiti a casa dal Centro Multiservizi dell’ospedale.