CARAVAGGIO – Area Zeta: importante intervento di rigenerazione urbana che fa rivivere un’area mitica

Area Zeta
Il rendering della futura Area Zeta

Area Zeta si avvicina sempre di più, e inizia a diventare qualcosa di totalmente reale. L’area su cui sorgeva la storica discoteca Studio Zeta, per decenni capitale del divertimento notturno della Bassa Bergamasca, è pronta ad accogliere la sua nuova destinazione. Diventerà in tutto e per tutto un complesso commerciale, con un supermercato, alcuni negozi, ma anche un’area pubblica tutta nuova e confortevole, una vera e propria nuova piazza che potrà accogliere anche manifestazioni pubbliche, una nuova zona che sarà chiamata appunto “Area Zeta” in onore della discoteca che una volta vi sorgeva.

Per la tarda primavera la prima apertura nell’area Zeta

I lavori sono già iniziati, e per la tarda primavera dovrebbe avvenire la prima apertura, quella del supermercato, a marchio Iperal, catena valtellinese in rapida espansione in regione Lombardia. Per gli altri negozi le gare sono aperte, ma dovrebbero essere terminati per fine novembre, data in cui tutta la prima parte del progetto da ben 25.000 metri quadrati sarà pronta e fruibile.
Per il 2022, invece, è in programma la seconda tranche dei lavori, quelli relativi all’area posteriore da 50.000 metri quadri, per i quali si dovrà attuare un piano di lottizzazione. Ovviamente, in tutta l’area, numerosissimi saranno i parcheggi e il verde.

Progetto definitivo: prima la sistemazione del primo lotto e poi del secondo

“Il progetto è ormai definitivo – afferma Giorgio Rigamonti, amministratore unico della società del patron Angelo Zibetti, proprietario dell’area – abbiamo ritirato il permesso a costruire, affidando gli appalti sia per le opere edili che per quelle stradali. Oltre al supermercato ci sarà un’ulteriore ‘stecca’ in cui troveranno posto alcuni negozi no food, di prodotti per la casa, per la persona o per animali. Abbiamo diverse richieste che stiamo valutando, sia per la prima area che anche per la seconda che sorgerà l’anno prossimo, da quasi 50.000 metri quadrati”.
Si procederà per gradi quindi, pensando prima a sistemare completamente il primo lotto e aprirlo al pubblico, e poi iniziare a occuparsi dell’area posteriore. Che farà sicuramente gola a molti, per la sua invidiabile posizione, a metà di fatto tra Treviglio e il centro di Caravaggio e soprattutto appena fuori dal casello caravaggino della Brebemi.

Una grande piazza, fruibile da tutta la comunità

Particolarmente positivo all’interno del progetto è il fatto di aver inserito anche una grande piazza che sarà fruibile da tutta la comunità. Potrà essere utilizzata anche per spettacoli e iniziative all’aperto, potendo tra l’altro contare sulla presenza di molti servizi e soprattutto su tanti parcheggi. Ovviamente bisognerà anche adattare la viabilità, e per questo sarà realizzata una nuova strada che partirà dalla rotatoria dell’autostrada, di accesso diretto alla nuova area, che sarà collegata alla statale 11 anche da un’altra rotatoria che sorgerà nel vecchio parcheggio della discoteca.

Sindaco Claudio Bolandrini: “Rappresenta importanti opportunità di sviluppo”

“Si tratta di un importante intervento di rigenerazione urbana – aggiunge il sindaco di Caravaggio Claudio Bolandrini – che riqualifica e fa rivivere un’area ‘mitica’ della città alla quale i caravaggini sono molto affezionati. Studio Zeta ha scritto la storia del divertimento dei caravaggini e ne è stato uno dei più rinomati luoghi di incontro. Area Zeta rappresenta importanti opportunità di sviluppo per il futuro della nostra città. Entrambi sono frutto della capacità imprenditoriale e dell’amore della famiglia Zibetti per Caravaggio”.
Il progetto è già stato presentato in Comune, ed è stato realizzato tra l’altro dallo studio di architettura, tutto cremasco, di Bruno Ferrari. Ora non rimane che attendere la fine dei lavori.