RIQUALIFICAZIONE – Velodromo “Baffi”, c’è voglia di cominciare

velodromo Baffi

Finalmente definito con Sport&Salute – società che ha “sostitutito” Coni Servizi – l’iter per i lavori di riqualificazione del Velodromo “Pierino Baffi”. Lo scorso ottobre così avevamo scritto, ma ora il bando ha subito un piccolo stop. Infatti la Soprintendenza incaricata, per procedere, di recente ha chiesto altra documentazione. Già inviata dal Comune. Che, da parte sua, era già pronto per l’appalto. L’auspicio è comunque di dare il via alle opere in questi primi mesi del 2021.
Ricordiamo che da più di due anni l’amministrazione ha ricevuto per il Velodromo un contributo di 1.832.000 euro a fondo perduto, giunti grazie al bando Sport & Periferie del Coni. La comunicazione è infatti datata novembre 2018. Tra i passi dell’iter, il passaggio dell’impianto cittadino alla città, a titolo gratuito, direttamente dal Demanio.
Sport&Salute erogherà il finanziamento, concesso a fondo perduto, sulla base dello stato di avanzamento delle opere. Il progetto esecutivo del recupero della pista è già stato approvato nei mesi scorsi dalla Federazione ciclistica italiana: i lavori interesseranno innanzitutto l’anello, per renderlo idoneo per gare di alto livello, finanche ai Campionati Italiani. Tra le altre opere: eliminazione delle barriere architettoniche, sistemazione degli accessi, nuovi impianti d’illuminazione, nuovi spogliatoi completi con tutti gli spazi idonei per gli atleti e i giudici, nuova tribuna in acciaio zincato, nuove aree verdi e percorsi interni, compresa una “pista” esterna per le bici.
L’attesa ora è che – a breve – la Soprintendenza dia il via libera al bando per procedere con la ristrutturazione.