SOTTOPASSO – Cinque Stelle: “Attenzione all’uscita su via Gaeta e alla passeggiata viale su viale”

“Apprendiamo con soddisfazione che ci sono passi in avanti per arrivare, speriamo il prima possibile, alla realizzazione del sottopassaggio di Santa Maria. Il lavoro portato avanti, da parecchi anni e da diverse amministrazioni cremasche e, soprattutto, da RFI – che punta a superare tutti i passaggi a livello nel nostro Paese – sta per concretizzarsi”. La premessa è dei Cinque Stelle cremaschi. 

I pentastellati ricordano che grazie a una compartecipazione tra Comune di Crema, Regione Lombardia e RFI i lavori preliminari per la realizzazione del sottopassaggio stanno per divenire realtà. Tuttavia, sottolineano due aspetti fondamentali, “che sembrano non essere in cima ai pensieri di chi amministra la città. Da un lato la modalità con cui il sottopassaggio sbucherà su via Gaeta: uno snodo fondamentale per evitare che si creino incolonnamenti e rallentamenti, visto che sarà in prossimità del nuovo supermercato, a oggi in costruzione a causa della cecità di questa amministrazione”.

“Dall’altro lato occorre pensare – e anche noi del ‘Torrazzo’ lo abbiamo sottolineato più volte, ndr – adesso e non fra qualche anno, a come realizzare un passaggio ‘diretto’ ciclopedonale sul viale di Santa Maria. Ce li immaginiamo i pedoni e ciclisti dover compiere un lungo percorso ciclopedonale, ovvero quello del sottopassaggio già progettato, per attraversare il viale? Il progetto del sottopassaggio ciclopedonale diretto era nelle intenzioni dell’amministrazione qualche anno fa e, a oggi, lì rimane: nulla di più che mere intenzioni, ma senza una prospettiva, un progetto o un finanziamento per quest’opera fondamentale, che dovrebbe essere parte integrante di quel progetto più complessivo del sottopassaggio veicolare, a meno che si voglia, per sempre, spezzare in due il bellissimo viale di Santa Maria”. Cosa da evitare.

Un paio di settimane fa, su questo tema, avevamo ospitato le dichiarazioni dell’assessore ai Lavori pubblici Fabio Bergamaschi che, nel ricordare come una soluzione ciclopedonale “viale su viale” fosse già contenuta nell’ultimo step del progetto Crema 2020, ha assicurato che volontà dell’amministrazione è avere quanto prima un progetto esecutivo, di cui evidentemente si occuperà chi guiderà la città nel prossimo mandato amministrativo. “Avere un progetto esecutivo già pronto in concomitanza con l’avvio dei lavori per il sottopassaggio veicolare avrebbe permesso di rivedere completamente la zona, senza dover rimetterci testa a posteriori, una volta realizzato il sottopassaggio veicolare”, insistono i grillini.

“La Giunta e gli Uffici rimedino a questo ritardo, predisponendo, nel più breve tempo possibile, la progettazione del sottopassaggio diretto ciclopedonale, oltre ad una soluzione intelligente per l’uscita su via Gaeta di quello veicolare già progettato”.

La splendida passeggiata su viale Santa Maria