Territorio – L’Arma controlla i ‘Compro oro’, tutto in regola

Nella foto di repertorio, Carabinieri davanti a un 'Compro oro'

Tutto in regola. Questo il bilancio dei controlli effettuati dai Carabinieri del Comando Provinciale agli esercizi ‘Compro Oro’ presenti in provincia. Verifiche effettuate in merito al rispetto della normativa che impone vari obblighi ai titolari, con l’intento di contrastare la ricettazione e il riciclaggio di oro e oggetti preziosi provento di furto.

Nei giorni antecedenti il Natale – spiegano dalla Sala Stampa del Comando dell’Arma Cremonese – proprio con la volontà di verificare possibili step della filiera dei canali di ricettazione, il servizio straordinario ha riguardato tutte le attività di questa tipologia presenti in provincia, al fine di verificare il rispetto della nuova regolamentazione che impone ai titolari, tra l’altro, l’iscrizione nell’apposito registro, l’identificazione del cliente, la descrizione dell’oggetto prezioso da conservare per almeno 10 anni nonché la tracciabilità delle varie operazioni relative all’acquisto e alla vendita di oro. In particolare, la tenuta dei registri delle operazioni consente di controllare e verificare la correttezza delle compravendite allo scopo di recuperare eventuali preziosi rubati”.

I rivenditori sono inoltro obbligati a segnalare operazioni sospette alle Forze di Polizia, non solo per quanto riguarda il riciclaggio ma anche per quel che attiene il numero di operazioni che una singola persona effettua presso l’esercizio in un bimestre. L’identificazione di chi propone la merce è quindi il primo passaggio che l’esercente deve effettuare.

Tutti questi controlli non hanno fatto emergere alcuna anomalia.