VACCINO ANTI COVID: Sindaco Bonaldi: “Vaccinarsi è un dovere civile, liberiamo le città!”

Ieri sono arrivati i vaccini anti Covid presso l’ospedale di Cremona e sono cominciate subito le vaccinazioni dei primi operatori sanitari delle Asst di Cremona e di Crema (come abbiamo ampiamente documentato).

“È un giorno importante, di festa, simbolico finché si vuole, perché la lotta al virus sarà ancora lunga, ma questo è l’inizio della fine, gradualmente cesseranno la paura e l’angoscia, sconfiggeremo il virus e libereremo le nostre città. Grazie alla ricerca, alla Scienza, alla Medicina e al lavoro incredibile di tantissimi uomini e donne in tutto il pianeta”, ha commentato il sindaco Stefania Bonaldi. “Si parte con gli operatori delle strutture sanitarie e socio sanitarie e poi con gli anziani delle Rsa, i più vulnerabili, come abbiamo visto all’inizio della pandemia”. Successivamente, a livello ministeriale e regionale, si definiranno modalità e tempi per allargare a macchia d’olio la prevenzione, distribuendo e somministrando i vaccini in modo capillare. “Non appena avremo indicazioni più precise, le forniremo e le rilanceremo anche a livello locale”, assicura il primo cittadino.

“Intanto, oggi gioiamo di questo traguardo eccezionale della ricerca biomedica e della cooperazione fra gli scienziati di tutto il mondo! Il vaccino è un diritto per tutti, ma anche un dovere: vaccinarsi infatti è un dovere civile, è rispetto non solo per sé, ma soprattutto per chi ci circonda, specie i più fragili, gli anziani, gli immuno-depressi!”, l’appello di Bonaldi. Che in un post precedente, nel suo profilo Facebook, aveva ribadito che “quando sarà il mio turno mi farò avanti, senza se e senza ma. Vaccinarsi è un dovere civile, liberiamo le città!”.