Vailate – Ciclabile per Caravaggio, ci sono i fondi

Vailate - Comune

Dalla Regione arrivano i fondi per realizzare la tanto desiderata pista ciclopedonale che collega Vailate a Misano e che permette di raggiungere in tutta sicurezza, pedalando o camminando in mezzo alla natura, il Santuario Santa Maria del Fonte di Caravaggio. Per anni un sogno di molti vailatesi e non solo, un progetto molto caro alla minoranza ‘Trasformazione’ e che presto, finalmente, sarà realtà.
Durante la seduta del Consiglio regionale, svoltosi settimana scorsa, è stato approvato un emendamento che attribuisce 100.000 euro al Comune di Vailate e ben 250.000 euro a quello di Misano (dal momento che gli compete un tratto maggiore) per sovvenzionare questa importante opera di mobilità sostenibile.
“È con immenso piacere che vi riportiamo questo aggiornamento – spiegano dalla lista civica ‘Trasformazione’ – . A un anno di distanza dalla richiesta di fondi regionali per la realizzazione del collegamento ciclopedonale tra i nostri due Comuni, inoltrata da noi e dalla minoranza ‘SiAmoMisano’ e in prima istanza bocciata, nei giorni scorsi invece è stato approvato un nuovo emendamento a riguardo”.
Una bella notizia non solo per i vailatesi, ma anche per gli stessi amministratori. Infatti, grazie a questi fondi, le casse comunali non saranno toccate. Il merito di questo traguardo è di quanti ci hanno creduto fino dall’inizio, volendo questa ciclopedonale con tutto il cuore; tutti quei cittadini che hanno partecipato alla raccolta firme, promossa da ‘SiAmoMisano’ e ‘Trasformazione’ a novembre 2019, per sollecitare le rispettive maggioranze a sviluppare il progetto.
“Ringraziamo anche il gruppo ‘Prima Vailate’ guidato dal sindaco Paolo Palladini per aver fatto sentire le rimostranze del paese in consiglio regionale. Grazie infine ai colleghi misanesi di ‘SiAmoMisano’, senza i quali forse questo progetto non si sarebbe realizzato ancora per molto tempo” sono i ringraziamenti che Trevisan e compagni hanno rivolto ai loro colleghi di politica.
Ora non bisogna che attendere il 2021 quando verranno eseguiti i lavori.