LIBERA ARTIGIANI – Gli auguri e sei buoni motivi per tesserarsi nel 2021

Marangoni e Bressanelli della Libera Artigiani

“Sforzati sempre di vedere ciò che splende dietro le nuvole più nere“: questo è il messaggio del presidente della Libera Artigiani, Marco Bressanelli, del segretario, Renato Marangoni, di tutto il Consiglio e della Giunta dell’associazione di categoria. Un pensiero speciale per le festività natalizie, rivolto ad associati e non. L’augurio è che il nuovo anno possa “dissipare queste nubi”; nel frattempo la Libera Artigiani si impegna quotidianamente per concretizzare il suo motto: “Sempre dalla tua parte”. L’importanza di un’associazione di categoria, d’altronde, si rivela là dove le difficoltà aumentano e in queste circostanze è la qualità a fare la differenza.

Che cosa serve a un imprenditore o a un professionista? Per un imprenditore o un professionista l’avvicinarsi del nuovo anno porta con sé anche la scelta di rinnovare o sottoscrivere per la prima volta una tessera con un’associazione di categoria. Si tratta di una decisione da vagliare attentamente e l’anno che va a concludersi lo ha dimostrato in tutta evidenza. Vi invitiamo a farvi questa domanda: che cosa vi aspettate da un’associazione di categoria? Che cosa vi serve davvero? Perché un’associazione di categoria è più o meno efficiente a seconda del numero di servizi offerti, così da rispondere all’intero ventaglio di necessità di un’impresa o di una professione e dal tipo di assistenza che mette a vostra disposizione: in altre parole, una presenza continuativa al vostro fianco, anche in grado di anticipare i bisogni dei propri associati. Bene, di seguito ci limitiamo a suggervi 6 motivi per cui la Libera Associazione Artigiani di Crema si candida a essere la vostra associazione di categoria.

Servizi, consulenze, tutela, informazioni, accesso a bandi, formazione. Cominciamo col dire che la Libera Artigiani è la prima associazione di categoria nel territorio cremasco per numero di servizi offerti. Il pacchetto a vostra disposizione è a 360 gradi e copre davvero ogni ambito, ma sottolineiamo in particolare alcuni fiori all’occhiello: i servizi paghe e contributi; patronato; consulenze professionali e il servizio gestione colf e badanti. Quest’ultimo, in particolare, risponde a bisogni sempre crescenti, legati alla sfera della cosiddetta “Silver Economy”, che interessa le persone over 65. La recente normativa in materia ha introdotto importanti novità nei rapporti di lavoro con gli assistenti familiari (il nuovo nome per colf e badanti) ed è bene essere aggiornati, per non incorrere in sanzioni. Ma non è tutto. L’ampio numero di servizi offerto è sicuramente in grado di fare la differenza, ma a contare è anche la vicinanza di un’associazione nei confronti dei propri iscritti: la sua tutela degli associati. Da questo punto di vista, la Libera Artigiani offre assistenza continua e personalizzata, grazie alla preparazione elevata dei funzionari della struttura (costantemente aggiornati riguardo alle novità legislative e in grado di fornire informazioni puntuali) e alla possibilità di avvalersi del supporto di una serie di consulenti, che con la Libera hanno un rapporto di collaborazione o che sono interni alla struttura, come nel caso dello stesso segretario dell’associazione, che è consulente del lavoro. Senza contare le occasioni di formazione che, seppure a distanza, per via delle misure anti contagio, l’associazione di categoria è strutturata per poter garantire e dove le novità normative hanno la possibilità di essere chiarite approfonditamente.

Nel nostro speciale allegato al “Torrazzo” abbiamo riportato le testimonianze di diversi associati, che anche nel periodo così difficile del primo lockdown, hanno trovato nella Libera l’aiuto fondamentale, non solo per continuare a lavorare in serenità, ma anche per accedere a fonti di finanziamento e a bandi, che altrimenti avrebbero potuto sfuggire, a causa del lavoro che assorbe la quasi totalità della giornata e che non lascia il tempo per dedicarsi con la dovuta attenzione ai possibili aiuti economici stanziati a favore del mondo produttivo. La Libera Artigiani siede ai tavoli territoriali più rilevanti, dove vengono prese decisioni sulla base delle esigenze delle realtà produttive locali. Questo significa, da parte della Libera, poter far sentire la vostra voce e avere più possibilità di ottenere quanto da voi richiesto. Non esitate a contattare la “Libera”, anche solo per un’informazione più dettagliata di tutto quello che la nostra associazione vi mette a disposizione, per consentirvi di lavorare al meglio, anche nei momenti più critici, dove è la qualità dell’aiuto a fare la differenza. Ecco i tre uffici territoriali: Crema (tel. 0373.2071; e-mail: laa@liberartigiani.it), Pandino (tel. 0373.91618), Rivolta d’Adda (tel. 0363.78742).