Fiesco – I fedeli fanno un voto alla Madonna; borgo risparmiato dal Covid

La chiesa parrocchiale di San Procopio a Fiesco

Stretto tra Castelleone e Trigolo che in questo anno terribile hanno conosciuto un’ondata di contagi e di dolorose perdite, Fiesco, ad oggi, sembra essere stato quasi del tutto risparmiato dal Covid. Una quarantina di casi, poco meno, e un solo decesso, per un borgo di poco più di mille anime. Come può essere?

La spiegazione sta senza dubbio nel rigore con il quale le indicazioni per contrastare la diffusione del contagio contenute in decreti e ordinanze sono state seguite, ma anche, probabilmente, nella devozione dei fedeli che su invito del parroco don Marino Dalé hanno fatto un voto alla Madonna, la cui effigie è venerata sull’altare a lei dedicato nella chiesa parrocchiale di San Procopio. La recita del ‘Salve Regina’ ogni sera alle 19.30 e i doni offerti per chiedere l’intercessione della Vergine a protezione dei fieschesi, sono stati ascoltati da chi ci guida dall’alto. Fiesco risulta essere una realtà diversa da quelle che purtroppo le cronache quotidiane ci hanno consegnato e ancora ci consegnano.

I fedeli hanno offerto di tutto: denaro ma anche monili in metalli preziosi che sono stati poi fusi. Grazie a queste donazioni una corona è stata realizzata e sarà consegnata in questi giorni alla parrocchia. In primavera, quando le norme lo consentiranno, l’incoronazione della statua della Madonna sarà programmata alla presenza del Vescovo Antonio. Sarà il momento solenne del ‘grazie’ alla Beata Vergine per l’intercessione ricevuta nell’ascolto della preghiera.