IIS MARAZZI – Inaugurato il nuovo laboratorio di Moda

“Essere a scuola oggi, per l’inaugurazione di un laboratorio e vivere un momento di didattica attiva e in presenza, emoziona” queste le parole della sindaca Stefania Bonaldi intervenuta, su invito della dirigente scolastica dell’Iis Sraffa-Marazzi Roberta Di Paolantonio, mercoledì mattina in occasione dell’inaugurazione del nuovo laboratorio e aula di disegno per il corso moda attivo da oltre 20 anni presso l’istituto Marazzi. La Dirigente ha introdotto gli ospiti con grande soddisfazione ringraziando la vicinanza delle istituzioni, tutto il suo staff di docenti, personale Ata nonché le aziende che permettono agli studenti di portare avanti il progetto Pcto, in particolare a quelle del settore tessile e moda. 

Simone Beretta era presente in rappresentanza della Provincia, ente che ha sovvenzionato con circa 20.000 euro gli interventi di muratura e stabilitura del nuovo laboratorio ricavato dall’unione di due vecchi laboratori di elettronica ormai in disusa.  Beretta ha raccomandato alle studentesse di impegnarsi, studiare e “rincorrere sempre i sogni che avete dentro di voi. La Provincia è sempre stata vicino a questa scuola professionale nella quale crede molto”. 

E l’attenzione a questa dinamica realtà scolastica che della preparazione professionale – che però non impedisce ai ragazzi di proseguire gli studi anche all’università – è stata ribadita anche da Fabio Donati, in rappresentanza dell’Ufficio Scolastico Territoriale: “Il nuovo laboratorio rafforza l’attività didattica della scuola e contribuisce a motivare e dare fiducia ai ragazzi, un progetto dunque intelligente e di grande valore”. Anche il dirigente Ust Fabio Molinari che mercoledì si trovava in Valtellina essendo Dirigente anche dell’Ust Sondrio, ha inviato un video per complimentarsi del bel progetto e del nuovo laboratorio, augurando quindi a tutto il mondo della scuola i migliori auguri di buone feste”.

Visitando il vasto laboratorio si sono quindi potute ammirare le novità introdotte illustrate dalle docenti del corso prof.sse Sonia Carachino e Francesca  Pollutri: macchine da cucire digitali, ossia computerizzate e programmabili, tavoli luminosi, stampante 3D, ma anche progettazione in Cad per la quale si attende l’arrivo dei nuovi computer. Anche la sala disegno che è il primo step per giungere alla produzione è stata rinnovata con idee e risorse della scuola. Le studentesse stanno lavorando a diversi progetti fra i quali concorsi e la realizzazione di quello che è da anni fiore all’occhiello della scuola: la sfilata di fine anno nel maggio scorso è stata sospesa causa Covid. Nelle mani di quelle ragazze impegnate nella realizzazione di splendidi modelli e abiti scorre tanta passione che merita fiducia e investimenti.

Articolo completo sul Nuovo Torrazzo in edicola sabato 19 dicembre