Bagnolo Cremasco – Domani l’inaugurazione della piazza intitolata alla memoria di don Bernardo Fusar Poli

Bagnolo Cremasco

Sarà domani, alle ore 11.30, l’inaugurazione a Bagnolo Cremasco della nuova piazza, ex parcheggio di via XI Febbraio, intitolata alla memoria di don Bernardo Fusar Poli, in cui verrà svelata anche la scultura in marmo e bronzo a effigie dell’indimenticato parroco emerito.
Voluta, progettata e realizzata dall’amministrazione comunale, in collaborazione con la parrocchia e grazie al supporto di privati e della Bcc Caravaggio, Adda e Cremasco, l’opera ha previsto la riqualificazione dell’area verde circostante la piazza e la collocazione della scultura marmorea, alta 2,50 metri e larga 1,30, che ospiterà il busto in bronzo di don Bernardo.
Un’opera realizzata dal noto scultore d’arte sacra Fidia Toffetti che, per la Giunta del sindaco Paolo Aiolfi, è un dovuto omaggio, a un anno dalla scomparsa del beneamato parroco (a Bagnolo dal 1956 al 1991), che il 10 dicembre avrebbe compiuto 104 anni.
“Spesso ci si dimentica che la cultura è soprattutto arte, che fissa in modo indelebile momenti, ricordi e persone che hanno contribuito a creare la storia della nostra piccola comunità – ha spiegato, infatti, il primo cittadino –. Abbiamo deciso di utilizzare l’arte per lasciare ai posteri una traccia indelebile di un uomo, un sacerdote, che ha vissuto fino all’ultimo giorno della sua lunga vita per diffondere la fede cristiana a molte generazioni”.
L’evento inaugurale si svolgerà, come detto, domani alla presenza delle locali autorità civili e religiose, in forma ridotta, nel rispetto delle norme antiCovid.