CALCIO IN LUTTO – Morto Paolo Rossi, il Pablito del Mundial ’82

Era l’estate del 1982 e si giocava il Mondiale di Calcio in Spagna. Lo vinse l’Italia guidata da Enzo Bearzot e noi scendemmo nelle piazze a far festa, tutti uniti. L’eroe di quell’estate, il bomber che affondò il Brasile, la Polonia, la Germania in finale fu Paolo Rossi, che in terra spagnola, a 26 anni, diventò il leggendario Pablito.

Paolo Rossi è morto stanotte, a soli 64 anni, stroncato da un male incurabile. “Ha avuto una carriera da brividi – hanno scritto stamani – ha trascorso sui campi una vita di piccoli bassi e grandi alti, metafora vivente di un calcio che non cesserà mai di sorprendere”.

Pablito il goleador alzò la Coppa del Mondo, mentre in tribuna a Madrid il presidente della Repubblica Sandro Pertini esultava come milioni di italiani. Rossi vinse anche il Pallone d’Oro e per tutti rimase “El hombre del partido”, colui che il 5 luglio 1982 segnò 3 gol al Brasile più grande di sempre, avviando la trionfale cavalcata degli Azzurri verso la conquista del Mundial.

Addio, Paolo Rossi. Pablito vivrà per sempre!