PANCHINE ROSSE – Contro la violenza sulle donne, Comuni e Rete ConTatto al lavoro

In occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne” del prossimo 25 novembre, il Comune di Crema intende promuovere l’azione “Panchine rosse – Stop alla violenza”, collocando in diversi luoghi della città gli arredi urbani diventati segni visibili e tangibili finalizzati a diffondere consapevolezza su questo preoccupante e crescente fenomeno. 

Le panchine rosse, infatti, sono ormai il simbolo architettonico utilizzato per la sensibilizzazione nei confronti del femminicidio e della violenza sulle donne.  La presenza di queste panchine, rosse proprio per ricordare il colore del sangue, costringe tutti a fermarsi, a guardare, a ricordare, a non voltare la testa dall’altra parte. Una donna uccisa dalla violenza di un uomo lascia un vuoto che non può essere dimenticato. Per questo la panchina rossa simboleggia il posto occupato da una donna che non c’è più, portata via dalla violenza.

Per l’importanza del tema, il Comune di Crema, in qualità di ente capofila dell’Ambito Cremasco, grazie alla proficua collaborazione con la Rete ConTatto (di cui è sottoscrittore) ha proposto l’iniziativa a tutti i Comuni del territorio e gli enti aderenti alla Rete, coinvolgendo anche i Servizi sociali e la rete del Terzo settore locale. L’iniziativa ha ottenuto grande consenso con l’adesione di  altri 26 Comuni e di 11 Enti aderenti alla Rete, arrivando così ad allestire 60 panchine rosse in tutto il Cremasco.

Sabato ampi servizi sul tema nel nostro giornale in edicola