A breve partiranno i lavori di ristrutturazione al bocciodromo di Crema

Mentre l’impianto è chiuso per le note disposizioni in materia di emergenza sanitaria, si avvicina l’avvio dei lavori di ristrutturazione del bocciodromo comunale di via Indipendenza. Il lungo iter che è stato necessario per progettazione, ricerca di finanziamenti e bando pubblico sta per concludersi. Le 15 ditte che avevano partecipato alla manifestazione d’interesse hanno già fatto pervenire le loro offerte economiche.
A giorni, la commissione nominata aprirà le buste e i lavori verranno assegnati sulla base della miglior offerta credibile. A quel punto non ci saranno più ostacoli all’apertura del cantiere, che avverrà dopo i tempi tecnici canonici. La stazione appaltante sarà la Federazione italiana bocce. L’intervento partirà agli inizi del 2021 e costerà 850 mila euro, finanziati dal Credito sportivo. Dall’avvio dei lavori alla loro conclusione trascorreranno dai 14 ai 16 mesi.
L’impresa che si aggiudicherà l’opera opererà a step, per evitare di dover chiudere il bocciodromo. L’intervento più corposo sarà la rimozione e la sostituzione dell’attuale copertura contenente amianto.
Nella convenzione sottoscritta nel 2018 con il Comune, proprietario della struttura, il consorzio Bocce in Lombardia, che gestirà l’impianto fino al 2040, si impegna a modificare gli spazi interni, dividendo le due ali di corsie dal bar, creando nuovi spogliatoi, una sala riunioni, una cucina da ristorante con forno per le pizze e un alloggio di 83 metri quadrati per il custode, che verrà ricavato al pianterreno, con ingresso indipendente. Nella piastra sopraelevata troveranno spazio sei sedi di società sportive, tra cui quelle della segreteria dei bocciofili e dei sub. Le altre verranno affittate. Nuovi saranno anche gli impianti elettrico e di riscaldamento. Nell’ampia area esterna, saranno realizzate due corsie di gioco coperte e uno spazio sempre coperto con sedie e tavolini. Il Comune contribuirà con 35mila euro all’anno per la durata di 15 anni, ai quali si aggiungeranno 25mila euro pagati da chi gestirà il bar e il ristorante. La gara per la gestione verrà fatta prima del termine dei lavori.