COLDIRETTI CREMONA – “Che questa insolita Giornata del Ringraziamento ci porti vita e speranza”

“Abbiamo vissuto una Giornata provinciale del Ringraziamento certamente inconsueta, carica di preoccupazione ma anche di fede e fiducioso abbandono alla volontà del Signore. Nel rispetto di quanto indicato dall’autorità preposta, Coldiretti ha rinunciato a celebrare in presenza la giornata del Ringraziamento prevista per oggi a Cremona. Siamo grati al nostro consigliere ecclesiastico don Emilio Garattini, che ha celebrato la santa Messa nella Cattedrale di Cremona, richiamando il tema che la Cei ha dato a questa giornata, invitandoci a riflettere sul valore dell’acqua ‘benedizione della terra’, che è vita per tutti, indispensabile per la nostra agricoltura”. Paolo Voltini, presidente di Coldiretti Cremona, sottolinea con queste parole la celebrazione della santa Messa in cattedrale, che stamani si è conclusa con la lettura della preghiera dell’agricoltore.

Ai piedi dell’altare, un cesto con i prodotti della terra e due composizioni di fiori gialli avvolti nelle bandiere della Coldiretti hanno voluto segnalare ai fedeli (e ai tanti agricoltori che hanno seguito la  Messa attraverso i canali web, da quelli online alla diretta televisiva di Cremona 1) il valore speciale di una celebrazione da sempre attesa e sentita da tutte le famiglie che vivono di agricoltura. “L’augurio che vogliamo rivolgere a tutte le famiglie contadine, a tutta la nostra comunità, è che questa giornata sicuramente difficile possa portare serenità e speranza – rimarcano  Voltini e Paola Bono, direttore della Federazione –. Il tema dell’acqua è particolarmente significativo. L’acqua è simbolo di vita, di rinascita.  Quella rinascita che tutti noi stiamo aspettando e per la quale oggi, anche a distanza, ci siamo uniti in preghiera”.

“L’acqua purifica” hanno ricordato i Vescovi nel testo che accompagna la Giornata del Ringraziamento. “Lo evidenzia il gesto del lavarsi le mani, cui continuamente siamo richiamati nel tempo della pandemia; l’acqua è al contempo realtà vivificante, che rende possibile l’esistenza delle creature. Due dimensioni che per la fede cristiana vengono assunte ed espresse sul piano sacramentale nel Battesimo: esso purifica l’esistenza credente e la rigenera a una nuova forma”. L’acqua, infine, è vita: “Dove scorre acqua in abbondanza c’è vita che prende forma, radici che vengono alimentate e vegetazione che cresce”.