LUTTO – Addio al Comandante della Polizia Locale Giuliano Semeraro, aveva 63 anni

Il Comandante della Polizia Locale di Crema, Giuliano Semeraro, è scomparso oggi, dopo una malattia combattuta a lungo e che purtroppo non gli ha dato scampo. Il Comune tutto, la Giunta comunale, apprendono affranti questa notizia e rivolgono il cordoglio più profondo ai familiari.

Giuliano Semeraro aveva 63 anni e dal 1° settembre 2014 era Comandante della Polizia Locale della città di Crema. Un ruolo svolto con grande serietà professionale unita a un garbo che chiunque l’abbia conosciuto difficilmente potrà scordare. In questi anni ha contribuito in modo determinante a far crescere il comando di P.L., a integrarlo sempre di più in un’ottica interforze, mostrando che le sue donne e i suoi uomini erano pronti a stare al fianco dei cittadini per la loro sicurezza: il lavoro fatto in questi mesi straordinariamente impegnativi a causa della pandemia ne è la prova. Per la città tutta è una perdita dolorosa, e nulla può lenire il fatto che fosse diventata purtroppo prevedibile considerando l’aggravarsi del suo stato di salute.

“Il nostro caro Comandante della Polizia Locale, Semeraro, ha smesso di soffrire. Colpito da tempo da una grave malattia, ha sempre combattuto con grandissima dignità e altrettanta tenacia”, ricorda il sindaco Stefania Bonaldi. “Negli ultimi mesi il male lo aveva realmente prostrato, eppure in pieno lockdown, nonostante avessimo tentato in tutti i modi di dissuaderlo, aveva voluto tornare al suo posto, con le donne e gli uomini del Comando di Crema, per servire la nostra Comunità, così ferita e messa in ginocchio dalla pandemia. Poi, da giugno, è stato costretto ad assentarsi, senza nemmeno l’ultima soddisfazione di vedere i suoi uomini premiati, in piazza, alla presenza del Prefetto, con le altre Forze dell’Ordine. Piangiamo un Servitore dello Stato esemplare. Di grandissima umiltà e modestia, onesto, pacato, leale, di un garbo non comune; il ruolo e la responsabilità del Comando non hanno mai minimamente scalfito queste doti umane, prima ancora che professionali, che ne facevano un punto di riferimento serio, affidabile, qualificato”.

“Il Comune di Crema e l’amministrazione – prosegue il sindaco – perdono un collaboratore fedele, rigoroso, serio, capace di cooperazione sincera e di raffinata sensibilità, che ha onorato fino all’ultimo la divisa che portava e servito la nostra Comunità con devozione e con rispetto. Alla moglie Silvia, alla figlia e a tutti coloro che gli hanno voluto bene la nostra vicinanza commossa e il nostro cordoglio carico di affetto e riconoscenza”. Il funerale si terrà lunedì 16 novembre a Mulazzano (LO), presso l’oratorio, alle ore 15.