CONSIGLIO COMUNALE – Oggi alle 17.15 su temi “caldi”, che toccano il futuro della città

Torna online (ore 17.15), il Consiglio comunale di Crema che oggi, lunedì 9 novembre, si riunirà su argomenti interessanti e molto “caldi”. Come al solito, da regolamento, la prima ora verterà sulle interrogazioni. Due – sulla piscina e sui percorsi viabilistici dei quartieri – sono a firma del grillino Manuel Draghetti, una è targata FI, con il capogruppo Antonio Agazzi, che chiede un “rafforzamento della Fondazione San Domenico”, ricordiamo in capo al teatro e alla civica scuola musicale “Folcioni”.

Si parlerà, poi, di Bilancio consuntivo 2019 e linee d’indirizzo dell’Azienda farmaceutica municipalizzata (Afm), non prima della comunicazione del sindaco sull’accordo transattivo dell’amministrazione comunale con la società ligure Gestopark, che gestirà ancora fino a giugno del prossimo anno i parcheggi a pagamento cittadini. Le minoranze sono pronte a chiedere parola e a dare battaglia nel dibattito che sarà aperto. Le loro prese di posizione di questi ultimi giorni lo dimostrano. Il tema è destinato a essere al centro anche del futuro confronto politico delle elezioni amministrative 2022. Spazio di seguito al Regolamento della Consulta Interculturale e alla mozione di nuovo di Draghetti sull’uso pubblico dell’ecobonus per le case Erp. Tra i temi in programma anche la ridefinizione degli ambiti di Ats e il rafforzamento della medicina diffusa e di prossimità, sempre per mozioni avanzate dai pentastellati.